La tempesta perfetta si abbatte sulla Juventus. I bianconeri cadono sotto i colpi del modesto Maccabi Haifa. In Israele per la Vecchia Signora un’altra prova decisamente negativa confermata da un risultato deludente.

Il discorso qualificazione a questo punto diventa una chimera. La situazione già complessa si aggrava ulteriormente con il nuovo infortunio muscolare per l’argentino Di Maria che esce dal campo a partita in corso. Il Maccabi sblocca il parziale al minuto 7. Atzili su cross del compagno Cornud ci mette la schiena per trafiggere Szczesny. Poco dopo i locali sfiorano il raddoppio immediato con una punizione battuta da Chery. La traversa dice no alla truppa di casa. Alla mezz’ora altra chance colossale per il Maccabi. Ancora Atzili sfiora lo specchio su traversone dello stesso Cornud. A fine primo tempo ecco il 2-0. Sugli sviluppi di un veloce contropiede Pierrot serve sulla corsa Atzili che con il mancino insacca e sigla così la sua doppietta.

Nel corso della ripresa la Juventus le prova tutte ma non sfonda il muro eretto dagli avversari. L’occasione più ghiotta capita al 54′ sulla testa di Rugani che stacca sul cross di Alex Sandro. Ottima la respinta di Cohen. Il tempo scade e i bianconeri non squillano più. Allegri sulla graticola più che mai. Bianconeri fuori ai gironi di Champions League? Un disastro ormai alle porte.

Alessandro Iacobelli