Tanto tuonò che piovve: venerdì 26 febbraio gli operatori e imprenditori del settore Horeca che comprende hotel, ristoranti bar e catering, inizieranno finalmente un sit-in di protesta fuori la sede della regione Campania. Lo scopo, denunciare che il loro comparto è ormai al collasso, vittima di misure del Governo che pare siano proprio mirate a indurre il fallimento a quelle specifiche attività.

Al di là di quelle che possono essere considerate doverose misure di prevenzione, pare che contro le aziende del reparto Horeca ci sia una sorta di accanimento. Pare che le abbiano destinate a una sorta di eutanasia economica. Come se qualcuno avesse deciso che bisogna staccare la spina a certe aziende.

Quella che io definisco eutanasia economica è stata ampiamente annunciata. Abbiamo denunciato il report firmato a dicembre 2020 dal Gruppo dei Trenta, ossia il più potente e oligarchico gruppo fatto di membri dell’alta finanza, un rapporto che porta la firma di Mario Draghi.

Sapete come vengono chiamati nel documento in questione gli operatori di hotel, ristoranti, bar, locali notturni al collasso che non vedono alcuna prospettiva futura? Aziende zombie. Morti che camminano. Attività da lasciar fallire perché tanto non reggerebbero la concorrenza futura. Ma non c’è differenza in quel report tra aziende che sono nate zombie e quelle che sono state indotte a diventarlo a causa di politiche di economicidio attuate dal Governo nella gestione dell’emergenza sanitaria. E sapete cosa consigliano di fare di queste aziende? Consigliano di adottare la distruzione creativa, ossia lasciarle fallire e aiutare quelle che potranno acquisire quote di mercato.

Dietro quelle piccole e medie imprese ci sono persone, sacrifici, lavoratori, padri di famiglia: parametri che nella spietata logica di mercato non vengono neanche presi in considerazione.

Il problema è davvero serio. Mario Draghi si è alzato dalla sedia del G30 e si è seduto sulla poltrona della presidenza del consiglio.

Il comparto Horeca, come tanti altri comparti, deve capire che non esiste più la via istituzionale alla risoluzione dei loro problemi. Ecco perché invito tutti a partecipare alla manifestazione di venerdì 26.

La Matrix Europea, la verità dietro i giochi di potere con Francesco Amodeo