L’Auditorium Santa Croce ospita il Rave Clandestino di Musica Classica

Tra gli artisti che prenderanno parte all'evento figurano Giovanni Sollima, noto violoncellista e ospite d'onore insieme al pianista Giuseppe Andaloro

rave clandestino di musica classica

Torna il Rave Clandestino di Musica Classica, l’imperdibile kermesse musicale ideato dal Maestro Enrico Melozzi che prenderà piede dal 30 aprile al 1 maggio. Dodici ore di musica classica di altissima qualità, portata in auge da oltre cento professionisti, orchestre, gruppi da camera, solisti e cantanti lirici, che suoneranno dal vivo nella suggestiva cornice dell’Auditorium Santa Croce in Gerusalemme a Roma.

Tra gli artisti che prenderanno parte all’evento figurano Giovanni Sollima, noto violoncellista e ospite d’onore insieme al pianista Giuseppe Andaloro, il primo clarinetto dell’Orchestra Sinfonica di Santa Cecilia Alessandro Carbonare, e Sauro Berti, clarinettista dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma. 

Intervistato da Leo Kalimba l’ideatore della manifestazione, Enrico Melozzi, è entrato nel merito della parola ‘clandestina’ per definire l’orchestra di quest’evento musicale. “A proposito di questo nome, che mi piaceva come suonava, però abbiamo discusso tutti insieme sull’opportunità di inserirlo o meno. Abbiamo deciso di tenere questa parola perché, prendiamola in maniera molto figurata, ci rifacciamo un po’ a un periodo storico triste, che fu il Nazismo, quando Kantor dovette inventarsi il teatro clandestino per poter mettere in scena le sue opere“.