Pallotta tra lo stadio e l’Emiro

Dalla Francia arrivano voci secondo cui il fondo proprietario del Paris Saint Germain sarebbe interessato ad acquistare la Roma

Emiri, sceicchi, Qatarioti, tutti i tifosi del mondo sognano di svegliarsi un giorno con un nuovo presidente Arabo e stra-ricco. A Manchester, sponda City, e a Parigi, il sogno si è avverato. Sono piovuti soldi, che si sono trasformati in vittorie e top player. Neymar, Mbappé, Aguero, Guardiola, questi sono i nomi che può spostare il petroldollaro. In Italia si parla tanto di Ajax, (qualche anno fa di Borussia Dortmund) modello da seguire, perché bisogna fare progetti a lungo termine, dare spazio ai giovani italiani, puntare tutto sui vivai. Ma noi si sa, siamo avidi, vogliamo tutto e subito, e aspettiamo l’Emiro.

E allora a intervalli più o meno regolari girano voci di trattative, interessamenti, compravendite. Al centro dell’ultima indiscrezione c’è la Roma. Pallotta sarebbe molto arrabbiato e deluso dall’ennesimo stop allo stadio e potrebbe vendere. Secondo quanto riportato da L’Equipe, il fondo QSI, proprietario del Paris Saint-Germain vorrebbe allargare la sua presa in Europa e sarebbe pronto a fare un’offerta al presidente americano. Il punto di contatto sarebbe quello della sponsorizzazione con Qatar Airways, tanto che si parla anche di possibili trattative col Milan, altra squadra oltre alla Roma ad avere stampato sulla maglia il nome della compagnia aerea.

Pallotta smentisce, parla di fake news. Sembra certo che dei contatti ci siano stati, ma probabilmente il presidente americano vorrà, prima di decidere qualsiasi cosa, vederci più chiaro sul futuro del suo stadio a Tor di Valle. Intanto però ci sarebbe da raggiungere un posto Champions e da trovare un nuovo direttore sportivo e un nuovo tecnico.

Marco Napoleoni

1 COMMENTO