Piatek c’è. E Icardi?

A una settimana dal derby: il polacco una certezza, l'argentino un'incognita

icardi

E così il Milan, con la quinta vittoria consecutiva, ha lanciato un messaggio fragoroso messaggio all’Inter in vista del derby. La partita con il Chievo poteva essere una trappola e invece i rossoneri ne sono usciti fuori con il gol, stavolta contestato dai padroni di casa, del solito Piatek. Il Var, tra mille discussioni e mille interpretazioni, ha detto che la rete era regolare e ha messo Gattuso nella condizione di giocarsi la stracittadina nel modo migliore e nelle posizione più comoda.

Già, perché i rossoneri hanno ulteriormente strappato in classifica e, per definizione, tocca adesso ai rivali rispondere. Certo è che Piatek rappresenta una sicurezza assoluta. Perché anche se il Chievo ha trovato la forza per pareggiare la rete di Biglia, poi ci ha pensato sempre lui a mettere le cose a posto. Il Milan insomma è in condizione, in salute, con il vento giusto e soprattutto ha un centravanti che non sbaglia un colpo.

Sarà anche per questo che l’Inter sta cercando in tutti i modi di risolvere la questione Icardi e di rimettere il giocatore argentino al centro dell’attacco. Perchè una cosa è dimostrata: puoi cercare in tutti i modi di far giocare bene la tua squadra, ma poi lì davanti è fondamentale avere un calciatore che sappia tradurre tutto il gioco della squadra. Il Milan, a sette giorni dal derby, ancora una volta ha avuto una conferma: Piatek non sbaglia un colpo. E l’Inter che fa con Icardi?

Alessandro Vocalelli