La Lazio ha ripreso la sua marcia, dopo il pareggio un po’ amaro di Firenze, battendo agevolmente il Parma. La partita è durata soltanto un tempo, poi la squadra ha dovuto legittimamente pensare soltanto a gestire il risultato. Non c’è dubbio che abbia pagato, e continui a pagare, la scelta sulla qualità che da qualche tempo ha effettuato Inzaghi, mettendo in campo contemporaneamente Luis Alberto, Milinkovic e Correa dietro alla punta.

Da quando c’è stata la svolta tecnica, la Lazio ha preso a marciare con un ritmo diverso e soprattutto si è liberata da un freno anche psicologico. La squadra ha adesso piena consapevolezza delle sue doti, sa come far girare il pallone e – come ha detto giustamente Luis Alberto alla fine – quando hai tu il pallone tra i piedi, evidentemente costringi gli altri a venirti dietro.

Insomma, una Lazio che è tornata in una posizione di classifica più congeniale, che ha approfittato di una serie di risultati favorevoli in questo turno, e sembra essersi messa alle spalle anche il momento delicato, dettato dai tanti infortuni. Alla ripresa ci sarà Inter-Lazio, tappa importantissima, forse decisiva, del campionato. Impossibile prevedere come andrà. Di sicuro, questo sì, la Lazio ci arriverà con piena consapevolezza delle sue qualità.

Alessandro Vocalelli