E’ necessario tornare sull’intervista rilasciata dall’ex Presidente dello IOR Ettore Gotti Tedeschi al giornalista Francesco Toscano. Voglio porre l’attenzione su un punto specifico di quella intervista, ossia quando Gotti Tedeschi ammette che i fautori del Nuovo Ordine Mondiale hanno indotto e causato il calo delle nascite in Occidente. Gotti Tedeschi dice: “Stiamo cercando di rivedere gli errori che sono stati fatti negli ultimi 50 anni. Si chiamava Nuovo Ordine Economico Mondiale e fu concepito a fine anni ’60 e primi anni ’70. Colui che lo elaborò e lo presentò all’inizio fu Henry Kissinger ed era un reset vero e proprio”.

Il primo Reset, o Nuovo Ordine Economico Mondiale, era fondato su una serie di fatti che ignorano le leggi naturali. Quindi su fatti – ripete Gotti Tedeschi non sempre naturali. Dopo 50 anni questo reset, grazie agli errori che ha prodotto, ha reso indispensabile un nuovo Reset, ossia quel grande reset di cui sentiamo parlare oggi che altro non è che una correzione aggiornata degli errori fatti negli ultimi 50 anni. Questa situazione incresciosa che si chiama pandemia di Covid – dice l’ex Presidente dello IOR ha dato la possibilità di accelerare o di imporre e di far imporre determinati comportamenti“.

Quindi il Reset di oggi altro non è che la correzione degli errori fatti nel reset di ieri. Qui entriamo nel merito della situazione su cui voglio porre l’attenzione di tutti. Dice Gotti Tedeschi: “In quel periodo viene immaginata una proposta, che è quella che ha provocato la grave crisi che ci portiamo dietro negli ultimi decenni. Ossia c’erano troppe nascite e di conseguenza la necessità di ridimensionare il tasso di crescita della popolazione“. Quale è stato il primo effetto vero e concreto con cui si avvia questo processo? Gotti Tedeschi risponde: “E’ stato il crollo delle nascite. Dove? In Occidente“.

Quindi Gotti Tedeschi ci fa sapere che il primo obiettivo dei fautori del Nuovo Ordine Economico Mondiale era il crollo delle nascite e ammette che quel traguardo è stato realizzato in pieno.
E’ qui che nasce la mia obiezione. Come hanno fatto a realizzarlo? Gotti Tedeschi non ci spiega infatti come sia stato realizzato quell’assurdo punto del programma. Noi sappiamo che in Occidente, dove esso è avvenuto, non ci sono state politiche ufficiali di contenimento delle nascite come avvenuto per esempio in Cina. Quindi come hanno realizzato quel drastico calo descritto dall’ex Presidente dello IOR. Cosa hanno usato? Perché senza una risposta a queste domande le ipotesi possono essere veramente tante.

Hanno usato i vaccini? Hanno usato l’alimentazione? Il clima? Una risposta dovrà pur esserci. Ci viene da pensare di tutto, come quel virus chiamato HIV che ha caratterizzato quegli anni e che mirava proprio ad inibire i rapporti sessuali quando si doveva usare un altro tipo di mascherina durante i rapporti, perché pareva che quel virus fosse davvero ovunque sempre dietro l’angolo. Possibile che abbiano strumentalizzato un virus negli anni ottanta per ottenere dei loro scopi? Non lo voglio neanche pensare. Però Gotti Tedeschi non ha dubbi: volevano indurre il calo della popolazione e ci sono riusciti in pieno. Ora la domanda resta aperta: come ci sono riusciti?

Sapete perché è importantissimo rispondere a questa domanda? Perché Gotti Tedeschi ci fa sapere che il Grande Reset di oggi altro non è che la continuazione, più precisamente la risoluzione, dei problemi creati nel Reset di ieri.
Noi oggi, quando si parla di calo della popolazione, accendiamo tutte le antenne. Soprattutto se sempre Gotti Tedeschi ci fa sapere che un grande problema causato da questo calo delle nascite è l’invecchiamento della popolazione. Quindi i fautori di questo nuovo Reset si trovano a dover fronteggiare un problema su tutti: troppi anziani rispetto al numero della popolazione. A me, in questo preciso periodo, questa frase fa davvero paura.

La Matrix Europea, la verità dietro i giochi di potere – Con Francesco Amodeo