Vale una bottiglia di birra tornare alla vecchia vita? Sembrerebbero pensarla così alcuni giovani che, sotto l’influsso delle campagne mediatiche ricorrenti, si presentano all’hub vaccinale per sconfiggere il Covid. Sempre più spesso assistiamo a dei veri e propri “incentivi” per convincere la persone a vaccinarsi mettendo in palio delle banali birre o addirittura dei chupito. Un incentivo che si è vestito di educazione civica con l’ultima trovata: distribuire ai maturandi che si vaccinano una copia della Costituzione.

Un modo banale, ma geniale, per il prof. Alessandro Meluzzi di spingere chiunque a fare il grande passo. Una dissonanza cognitiva ben rappresentata dalla frase che troviamo sulla copertina della copia della carta costituzionale: “Un vaccino per la libertà”, sta scritto sopra un banner rosso.
La libertà vale davvero così poco?
Sentite cosa ha detto lo Psichiatra Alessandro Meluzzi a Fabio Duranti e Francesco Vergovich nel corso di ‘Un Giorno Speciale’.

Il valore primario, l’unico che per loro deve essere veicolato, è la diffusione del vaccino. Si associa al vaccino qualsiasi cosa per dissonanza cognitiva.
Adesso i volenterosi insegnanti di questa campagna usano la Costituzione perché posso immaginare qual è il loro profilo antropologico. Di Blasio, sindaco di New York, distribuisce le canne. Dà il vaccino insieme ad una canna di Marijuana, in altre discoteche stanno facendo vaccinazioni dando la birra o un chupito; quindi la dissonanza cognitiva è tale che è stato scientificamente provato che è più facile comprare un voto presidenziale (tra questi rinc***niti dominati dal mainstream) con dieci dollari che con mille dollari. L’hanno sperimentato.

Sapete perché accade? Perché quelli che hanno ricevuto 1000 dollari si pongono almeno la domanda se il bene che è stato comprato in quel modo incondizionato, valeva talmente poco. Invece siccome vaccinarsi è una cosa che vale talmente poco, perché nessuno si pone delle domande sulla vita, sugli effetti sulle conseguenze, uno dice “vabè, fra niente e una birra, fra niente e una canna, fra niente e una battuta sulla Costituzione, mi prendo questa”.
Se invece gli si fosse detto “se vi vaccinate, vi diamo 10mila euro”, probabilmente qualcuno si sarebbe fatto delle domande.
Capito come è perversa la dissonanza cognitiva?
Perché il condizionamento si compra con poco, anzi, con meno si compra e più funziona“.