Si dibatte ancora sulla “chiusura” delle discoteche e sull’obbligo della mascherina dalle 18 in poi. Si susseguono le critiche ai provvedimenti del Governo, una su tutte quelle di Flavio Briatore: “Incapaci al governo, virus non va in giro solo di notte“.

Provvedimento giusto o ulteriore passo falso del Governo?

Il prof. Enrico Michetti ha parlato a Radio Radio lo Sport sul momento delicato del paese, tra scelte e investimenti da fare, con la paura di non riuscire a superare l’emergenza economica e sanitaria del Coronavirus.

“Leggo l’ordinanza e non c’è la chiusura delle discoteche ma la proibizione delle attività di ballo: se vuoi vendere le pentole o far ascoltare la musica tu puoi farlo nella discoteca. Bisogna certamente evitare l’assembramento. La lettura dell’ordinanza non dice di obbligare a indossare la mascherina ma di proteggere le vie respiratorie. Sono stati attenti questa volta, bisogna fare attenzione. La mascherina utilizzata a quaranta gradi all’ombra non ti fa respirare… il dispositivo per la protezione potrebbe risultare più nefasto dei rimedi che vorrebbe andare a colmare. Poi i processi vengono dopo… in maniera baldanzosa assumono provvedimenti e poi arrivano i processi, e ai processi seguono i danni erariali. Per porsi al riparo di un eventuale danno erariale il #ministro ha scritto ciò che è soggetto molteplici interpretazioni.

Il provvedimento è molto generico e più lo è, più gli operatori che controllano l’applicazione di tale norma sono in difficoltà. A prescindere dal numero dei contagi dobbiamo capire a che grado di ospedalizzazione siamo, il punto centrale è capire se il virus preso in tempo e curato secondo l’esperienza maturata nel picco del covid permette di non morire. Bisogna far in modo che al primo sintomo, fatto il tampone e contratto il virus, il soggetto venga curato. Non mi preoccuperei del numero dei contagi sennò dovremmo andare a vedere ogni anno il numero dei contagiati dall’influenza…
Un altro colpo del genere, l’organismo Italia non è in grado di sostenerlo.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

LEGGI ANCHE: