“Sesso e calcio, le mie due passioni”. Parla la star del Pompa Tour

Nonostante sia, per molti, un momento chiave che completa il rapporto sessuale, il raggiungimento del piacere è un argomento del quale se ne parla poco, tranne in queste ore. Ricorre infatti, oggi, 31 luglio, la Giornata mondiale dell’orgasmo. A parlare di questo, e di alcuni aspetti che la riguardano, a “Lavori in Corso” è stata la web influencer, attrice e star dell’iniziativa, di qualche tempo fa, ribattezzata il “Pompa Tour”, Paola Saulino.

Non si arriva all’orgasmo perché c’è ansia, perché non c’è complicità, non c’è leggerezza. Il rapporto sessuale allora non si si vive da soli, ma da spettatori, perché ci si guarda dall’esterno, si critica e si giudica la propria prestazione, invece di divertirsi” ha sottolineato Paola Saulino.

Sul fronte a stelle e strisce, in merito al sesso, la web influencer ha rivelato che “mi aspettavo un’America molto più aperta e disinibita, invece c’è proprio il chiacchiericcio del vicino. Sono molto bigotti. Posso dire che l’Italia non è più chiusa dell’America”.

Interpellata da Molinari su come riesce a coniugare il discorso sessuale a quello calcistico, la star del web ha risposto che “Semplicemente perché c’è bisogno anche di intelligenza. A volte il buon sesso si ottiene nel momento in cui stai diventando la persona che tu desideri. Più questa confidenza con il mio corpo aumenta, più riesco ad essere auto ironica e a vivere il sesso liberamente. Ho trovato nel calcio, quindi, che è la mia passione, perché sono una tifosissima, seguo il calcio, e il sesso, che è un’altra mia passione, un punto d’incontro“.