Raggi: “Non approvo un bilancio Ama che garantisce premi a poggia a dirigenti”

"Non approvo un bilancio in cui viene chiesto di approvare un credito che il comune di Roma non riconosce".

Riflettori puntati sul primo cittadino di Roma per le intercettazioni, rese pubbliche da “L’Espresso”, nell’ambito dell’inchiesta Ama. Ed è stata proprio il sindaco Raggi a pronunciarsi questa mattina in merito al bilancio dell’azienda, dichiarando: “io non approvo un bilancio in cui viene chiesto di approvare un credito che il comune di Roma non riconosce e che, soprattutto, garantisce premi a pioggia a quei dirigenti, anche se la città è sporca. Non funziona così“.