Nicola Morra: “Combattere le mafie, prima emergenza nazionale”

"Le mafie, perché è corretto usare il plurale, hanno presenza in tantissimi territori, anche quelli in cui meno si pensava potessero attecchire".

nicola morra

Ha rilasciato dichiarazioni ai nostri microfoni Nicola Morra, senatore e presidente della Commissione parlamentare antimafia. Intervistato da Alessio Di Francesco sulla percezione, da parte dei cittadini, del ruolo e del lavoro svolto dalle forze dell’Ordine, il politico pentastellato ha risposto che quest’aspetto “probabilmente dipende anche dalla storia del nostro Paese che ha vissuto, quantomeno in alcuni territori, dei processi non omogenei di rapporto alle istituzioni che rappresentano lo Stato. Però, la strada da percorrere è certamente quella di riconoscere alle istituzioni un valore importantissimo, perché sono rappresentative dei valori della Costituzione. La dignità che riconosciamo alle forze di sicurezza è la dignità che riconosciamo a noi stessi”.

Entrando nel merito dell’importante lotta alla mafia e alla criminalità organizzata, Morra ha ricordato che ieri “sono stato anche a Castelvetrano, a Trapani… In pratica le mafie, perché è corretto usare il plurale, hanno presenza in tantissimi territori, anche quelli in cui meno si pensava potessero attecchire, non soltanto sono riuscite ad infiltrarsi ma si sono radicate. Sta adesso a noi cittadini italiani combattere quest’emergenza, la prima emergenza nazionale“.