XF 12, la fenomelogia di X Factor

Maneskin i primi a rompere le regole del gioco.

Ben ritrovati al secondo walkfree, la nostra rassegna dedicata alla musica. La domanda di questo appuntamento è: Cosa ascoltano gli italiani che da 12 anni non si perdono una puntata del talent show musicale più seguito di Italia? Scopriamolo leggendo i dati raccolti da ibs.it, la prima libreria on line che dal 2005 si occupa di musica e che ha stilato un’analisi dettagliata degli acquisti fatti dagli ascoltatori di X Factor nei primi 11 anni di trasmissione.

Febal Casa Valmontone 696×182
AdmiralYes 696×182
Occhiali in Cantiere – 696×182
14/12/2017, Milano, finale di X Factor 2017. Nella foto i quattro giudici: Manuel Agnelli, Levante, Mara Maionchi e Fedez

Ecco l’identikit musicale degli “X Factor addicted”:

Il 40% degli ascoltatori del talent ha acquistato almeno un prodotto di 1 dei vincitori del talent. Inoltre, questi stessi individui, hanno mostrato una maggiore predilezione per il rock internazionale, in particolare fra pop hard (in particolare Pearl Jam – Deep Purple – Gun’s & Roses, AC/DC, Linkin Park) e il pop (Adele, Coldplay, Mika, Bublè, Pink Floyd).

Il 25%, invece, sceglie la classica dei grandi nomi (Andrea Bocelli e a seguire pianisti come Pollini, Lang Lang e Ramin Bahrami).

Il 20% ascolta il Jazz di Miles Davis, John Coltrave, Stefano B., Keith Jarrett e Raphael Gualazzi.

Il restante 15% del pubblico resta fedele alla musica Italiana, con marcate preferenze verso Ligabue, Vasco Rossi, Tiziano Ferro, Modà e Jovanotti.

Se dovessimo stilare una top ten degli artisti di X Factor più ascoltati e acquistati su ibs dalla prima edizione a oggi sarebbe così:

  1. Marco Mengoni (vincitore nel 2009)
  2. Noemi (4 posto nel 2009)
  3. Chiara Galiazzo (vincitrice nel 2012)
  4. Giusy Ferreri (vincitrice della 1° edizione nel 2008)
  5. Francesca Michielin (vincitrice nel 2011)
  6. Måneskin (2° posto 2017)
  7. Lorenzo Fragola (vincitore edizione 2014)
  8. Michele Bravi (vincitore 2013)
  9. Urban Strangers (2° posto 2015)
  10. Enrico Nigiotti (3° posto 2017)

I Måneskin sono la vera eccezione rispetto alla tradizione del talent, molto legato alla musica pop. La band romana rappresenta, di fatto, il vero gruppo di rottura che è riuscito a cambiare le regole del gioco di X Factor sfruttando il carisma del loro leader Damiano, bello dannato e sfacciato; un animale da palcoscenico, molto abile ad assecondare i gusti del popolo di X Factor.

Ecco il video di una delle loro esibizioni a X Factor

Vi consiglio di seguire StraFactor, dove oltre ad un breve dibattito sulla puntata conclusasi, prende vita una competizione alternativa tra 12 personaggi scartati alle selezioni delle 6 edizioni prodotte da Sky. Il vincitore si esibirà al Mediolanum Forum in occasione della finale di X Factor. Come giudice, ad affiancare Mara Maionchi, c’è Elio, di “Elio e le storie tese”. I giudici al confronto sono Elio & Pupo Vs Dark Polo Gang con tanti ospiti a dire la loro. Un contenitore interessante per divertirsi e capire come dello show si possa fare ironia e ridere su ogni stereotipo a cui siamo abituati. Sembra un after talent fatto apposta per chi è lontano anni luce dalla musica e credetemi è uno spasso. Io punto su Mc Fierli il re della Trap romana. E’ un personaggio davvero singolare.

Prima di salutarci, vi lascio con l primo singolo “Fabulously Absolute” dell’esplosivo Joe Jackson, già proposto su su Radio Radio durante “Grazie a Dio è Venerdì” , da gustare tutto d’un fiato.

Ve lo faccio rivedere e riascoltare

 

Il nuovo disco dal titolo “Fool” uscirà il 18 gennaio 2019. Joe Jackson sarà in Italia con 4 date per celebrare i 40 anni di carriera:

  • 19 marzoRoma (Auditorium Conciliazione)
  • 21 marzoBologna (Teatro Manzoni)
  • 22 marzo –  Milano (Teatro del verme)
  • 23 marzo –  Torino (Teatro Colosseo)

La cosa migliore del futuro è che arriva un giorno alla volta