Vasco, la verità

Il nuovo album

11/06/2018 Roma. Stadio Olimpico, nella foto Vasco Rossi in concerto

VASCO ROSSI

Il nuovo singolo di Vasco Rossi arriva per radio il 16 novembre e in vinile il 23. Preceduto – come sempre quando c’è di mezzo lui – da illazioni sui social e “fake news”, soprattutto riguardanti il titolo, così fantasiose da ingannare anche i più furbi, vero o falso (chi lo sa?) diventa virale e in molti ci sono cascati nell’ultimo (Tempi moderni). Per giorni le abbiamo viste montare e lasciate andare. Fino a oggi che, alla vigilia della sua pubblicazione, sveliamo:

Febal Casa Valmontone 696×182
AdmiralYes 696×182
Occhiali in Cantiere – 696×182

LA VERITA’

Una provocazione già nel titolo per la nuova canzone, tre coloratissimi minuti e mezzo di metafore esagerate, realtà forzata, mai così calzanti al clima di totale confusione e di isteria di questi tempi.

Grande osservatore della società e dei suoi cambiamenti, il suo sguardo è disincantato e fortemente ironico/feroce. Il linguaggio del provok-autore è se vogliamo teatrale, c’è da scommettere che in concerto pungerà.

Ai suoi followers la commenta così, nel suo personale stile canzone:

“La verità fa male, la verità si sposa!

Sposi la verità oppure sposi la menzogna!

Sai da che parte stai?

La verità disturba sempre un po’ qualcosa..quando arriva..silenziosa..

..E non è vestita mai di rosa..Non è una signora!

Sei sicuro di volerla conoscere?

Di poterla sostenere o sopportare!! E se poi la verità fosse un errore?

La verità è del primo che lo sa? Di chi la dice..da duce?

La verità è la televisione? O Instagram o Facebook?

La verità è nei talk show, dove si cercano i colpevoli,

si ascoltano psicologi.

E ognuno sa chi è stato O chi sarà?

Queste sono le domande..tante..

che la canzone fa  

Naturalmente non dà risposte,  

unica cosa certa,

si finisce sempre per sposare

una verità! “

Scritta con ROBERTO CASINI, un personaggio che fa parte della storia:  batterista della prima band (che poi Vasco ha chiamato Steve Rogers band)  e  musicista dalla spiccata vena ironica, già complice di brani come “Va bene Va bene”, “Gabri”, “Senorita”. O anche dei più recenti  ”Eh già”, “Sono Innocente”. Gli arrangiamenti sono del M.ro CELSO VALLI, con la sua graffiata vincente di suoni, collabora da decenni alla produzione in studio di grandi successi di Vasco.

Il primo “Irid” Video …della storia, di Pepsy Romanoff

Con lui la storia continua, ogni volta è una puntata del film che sta costruendo negli anni.  Questa volta, per interpretare “la verità”, il nostro “visionario” regista  punta tutto sugli “occhi”. Che osservano, ascoltano, sentono, toccano e parlano. Essenzialmente in primo piano l’iride in movimento di Vasco.