Terranova (M5s): Con ‘sblocca Roma’ la capitale può cominciare a cambiare

Sul piano investimenti 1 miliardo e 120 milioni di euro nei prossimi tre anni per la capitale.

Marco Terranova presidente della Commissione Bilancio di Roma Capitale ha rilasciato a radioradio.it alcune dichiarazioni in merito all’approvazione in giunta capitolina del bilancio di previsione 2019/2021.
Con la manovra , definita dalla sindaca SBLOCCA ROMA, parafrasando il titolo di un vecchio film “arrivano i dollari”, arrivano gli euro ?
“Arrivano gli euro e questo è dovuto principalmente a due anni di un’amministrazione attenta al ripristino corretto dei conti e delle finanze di Roma Capitale, quindi un percorso già iniziato e che oggi trova finalmente una manovra espansiva che prevede fondi aggiuntivi e maggiore disponibilità sia per la parte corrente che per gli investimenti. Siamo contenti e la definizione Sblocca Roma credo sia la più adatta
I romani in questi due anni hanno dovuto sopportare qualche disservizio e ultimamente hanno anche alzato la voce,  finalmente potranno vedere la città cambiare: una città più pulita, più curata, più sicura per gli autoveicoli e soprattutto nella quale ci si potrà muovere meglio  ?
“Direi proprio di sì. Sul piano investimenti 1 miliardo e 120 milioni di euro nei prossimi tre anni, la parte rivolta ai trasporti e alla mobilità  è significativa,  490 milioni. Avremo il prolungamento della metro C, nuovi autobus, 15 treni per la metro B, verranno sistemati e completati i corridoi eur – tor pagnotta ed eur – tor de cenci, semafori, grab. Anche per i cittadini che si muovono in bicicletta un miglioramento significativo insieme ai 2,6  milioni per le nuove ciclabili. Verranno sistemati 22 fra ascensori e scale mobili della metro B. Verrà realizzato il tram tra i fori imperiali e piazza Vittorio. Migliorati gli attraversamenti pedonali con nuovi  attraversamenti luminosi .
Sui lavori pubblici 84 milioni relativi alla manutenzione straordinaria di strade e ponti, credo questo sia significativo incremento di quello che sono gli sforzi dell’amministrazione per garantire strade asfaltate bene e prive delle buche che per così tanto tempo hanno assillato i romani in questi tempi. Ci è voluto un po’ di tempo perché appalti fatti  secondo la normativa vigente: quindi un codice degli appalti particolarmente stringente e soprattutto gare europee molto complesse hanno richiesto un po’ di tempo, ma contiamo ancora sulla pazienza dei romani che vedranno realizzate le loro aspettative nel breve tempo.Sblocchiamo Roma e questo significa fornire servizi ad una città più vivibile”
Ce lo fa un esempio di servizio, chiamiamolo di prossimità, perché nel corso di questi due anni, non so se sia stato un alibi o sia stato effettivamente così, spesso e volentieri la colpa è stata attribuita ai municipi che rispedivano l’accusa al mittente dicendo che era il Campidoglio a non fornire i fondi necessari?
Questo è uno dei punti qualificanti di questa manovra,  sulla spesa corrente passeremo da 193 a 202 milioni quindi + 9 milioni per ciò che riguarda i servizi sociali, quelli che riguardano la cittadinanza più debole. Quindi i municipi avranno delle armi in più per rispondere alle esigenze dei cittadini che hanno bisogni particolari. Dall’altra 60 milioni di disponibilità per le opere di competenza diretta dei municipi anche qui un ulteriore sforzo. Questa è stata sempre la politica della nostra amministrazione, che nel momento in cui si dovessero dimostrare disponibili nuove risorse i municipi avranno la nostra attenzione perchè per noi il decentramento e la possibilità di dare fondi alle strutture che stanno più vicine ai cittadini è una cosa importante
Può farci un esempio concreto su come saranno impegnati questi soldi magari indicandoci un caso in cui la vita dei romani interessati cambierà davvero ?
“Uno importante: il dissesto idrogeologico di Prima Porta. Come voi sapete quella è una zona particolare che è soggetta ad allagamenti e ha creato dei disagi importanti. Sono stanziati 5 milioni in bilancio per risolvere i problemi di quella parte di cittadinanza. E comunque diciamo che gli interventi riguarderanno anche la manutenzione ordinaria delle strade e del verde che è ripartito in questi giorni con l’assegnazione dell’appalto sulla gestione del verde orizzontale. Quindi una pianificazione di fondi che porterà delle evidenze molto importanti per i romani a partire dai prossimi mesi”
A cura di Alessio Di Francesco