Zaza: “Balo? Non fa ombra”. Immobile: “Siamo in tanti…”

????????????????????????

L’attacco azzurro in conferenza stampa. Inizia Immobile: “Sì, siamo una coppia ignorante”. Se la ridono, l’intesa è buona anche davanti a taccuini e microfoni. “Di Zaza mi piacciono grinta e cattiveria – continua Ciro -. Diventerà grandissimo e al momento giusto saprà scegliere fra Italia o estero. A me la Seria A non ha dato l’opportunità di inseguire ciò che volevo, ovvero la Champions”. Ecco Simone: “Sì, dopo la prima convocazione ho avuto qualche difficoltà in campionato, forse ne ho risentito mentalmente, però la mia voglia è intatta, e il mio obiettivo è fare bene col Sassuolo, perché è l’unica strada per conquistare la Nazionale”.

DIFFERENZE — “Rispetto al Brasile – spiega Immobile -, ora il gruppo è unito, si viaggia tutti nella stessa direzione. Non ho trovato più undici titolari e poi il resto del gruppo, qui ognuno sa di poter giocare in qualsiasi momento, ma non avevo dubbi: conoscevo bene Conte”. Capitolo Balotelli: “Non lo vedo come un’ombra – è il turno di Zaza -, è un grandissimo giocatore e anzi mi piacerebbe conoscerlo presto qui in Nazionale”. Più freddo Immobile: “Qui ora ci sono anche altri attaccanti, che oltretutto stanno facendo molto bene. Penso a Destro, a Pellè, Osvaldo e Giovinco (in realtà li chiama per nome, ndr). Mario è un ragazzo a posto, ma le convocazioni le fa il mister…”.
RUGANI — Non ci sarà l’esordio in Nazionale per Daniele Rugani. O almeno, non in questa finestra dedicata al calcio internazionale. Il giovane difensore dell’Empoli, infatti, lascia il ritiro azzurro e si aggrega ai pari età dell’Under 21 per sostituire Alessio Romagnoli. Il centrale della Sampdoria, che si è messo in mostra in questo primo scorcio di stagione agli ordini di Sinisa Mihajlovic, nell’allenamento di ieri ha accusato un trauma distrattivo agli adduttori della coscia destra, ed ha dovuto abbandonare il ritiro degli azzurrini di Gigi Di Biagio.

NESSUN SOSTITUTO — Vista l’importanza delle gare dell’Under 21, che affronterà la Slovacchia nello spareggio di qualificazione all’Europeo, Di Biagio ha deciso di scegliere la soluzione più semplice, richiamando Rugani. Il c.t. Antonio Conte non ha previsto un’altra convocazione al posto del 20enne toscano.

GAZZETTA DELLO SPORT