Vidal, ma cosa c’è sotto? La Juve vuole chiarezza

vidal_juve_chelsea

Vidal, ma che fai? Possibile farsi pescare alla cinque del mattino in strada ad azzuffarsi? Possibile che durante la sostituzione di Bergamo abbia rifiutato di stringere la mano ad Allegri? Possibile che prima di Juventus-Roma sia entrato per ultimo, e per pochi minuti, a fare il riscaldamento? A lungo, dal tunnel, ha guardato i suoi compagni lavorare, E’ vero che stava in panca ma è altrettanto vero che tutti, proprio tutti, devono completare la fase di riscaldamento. Un brutto episodio. due, tre, uno dietro l’altro. Non è che Vidal voglia fare come Balotelli quando dal City voleva passare al Milan? Oppure come Ibra quando voleva lasciare l’Ajax per la Juve e la Juve per l’Inter? In certi ambienti del mercato si dice che il cileno voglia rompere con la Juve per essere ceduto, a gennaio, al Manchester United che in estate gli è stato dietro a lungo e gli garantisce un ingaggio netto di sette milioni a stagione per quattro anni. Non si spiegherebbero altrimenti -garantiscono- questi comportamenti davvero strani. Adesso il giocatore, quando rientrerà dalla Nazionale, avrà un faccia a faccia con i compagni alla presenza dei dirigenti. E nell’occasione dica quello che pensa e che vuole fare. Lo dica ai diretti interessati. Non si può dichiarare di amare la Juve e poi comportarsi come sta facendo. Torni quello di prima, i tifosi lo adorano, ha disegnato pagine molto belle dell’ultimo periodo juventino. Se se ne vuole davvero andare onori la maglia sino a gennaio senza salire alla ribalta per discoteche e litigi ma per le prestazioni che ne hanno fatto uno dei più forti giocatori al mondo. Ovvio che se continuerà così il club di corso Galileo Ferraris lo darà via, ma non certo a prezzi di salto. Dalle parti dell’Old Trafford, sappiano…

TUTTOSPORT