Vatileaks, sentenza diventa esecutiva: Vallejo arrestato

VATICANO

La sentenza pronunciata il 7 luglio dal Tribunale Vaticano al termine del processo ‘ Vatileaks 2 ‘ è divenuta esecutiva. Il 22 agosto, trascorsi i 45 giorni previsti per il passaggio in giudicato, l’imputato spagnolo Monsignor Lucio Vallejo Balda, condannato a 18 mesi di reclusione è stato arrestato per la fuga delle carte segrete della Santa Sede. E’ detenuto in Vaticano nella cella della Gendarmeria. Il 7 luglio scorso, al termine di un processo durato 21 udienze nell’arco di 7 mesi e mezzo, il Tribunale Vaticano aveva condannato rispettivamente a 18 mesi ed a 10 mesi di reclusione Mons. Lucio Vallejo Balda e Francesca Immacolata Chaouqui, entrambi ex componenti della Commissione Cosea sulle Finanze vaticane. Per Chaouqui la pena è stata sospesa per 5 anni. Assolto con formula piena il loro ex collaboratore Nicola Majo. Prosciolti per ‘difetto di giurisdizione’ del Tribunale d’OltreTevere i due giornalisti Gianluigi Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi, autori del bestseller ‘ Via Crucis e avarizia ‘, che secondo le accuse avevano avuto i documenti riservati. Nessuno degli imputati ha proposto appello come anche l’Ufficio del Promotore di giustizia. Le motivazioni della sentenza saranno depositate prossimamente.

Rai News