Vacanze e mercato Benitez ha 2 motivi per battere la Viola

Benitez

Riecco il campo. Tre giorni dopo la delusione europea, si rigioca nuovamente. Stavolta, per il campionato e per il penultimo obbiettivo a disposizione: il secondo posto. L’idea di non riuscirci mette i brividi all’ambiente napoletano.

Prossimi obiettivi Certo, la Champions League non sarebbe compromessa, ma per accedere alla fase a gironi ci sarebbe da superare lo scoglio dei preliminari. Un’eventualità che metterebbe in discussione tutto la fase della preparazione, imporrebbe un inizio anticipato del ritiro estivo (primi di luglio) e creerebbe problemi anche per il mercato. Insomma, la gara di questa sera, contro la Fiorentina, vivrà di queste sensazioni. Il Napoli potrebbe essere giunto ad un bivio importante della sua stagione: battere i viola o cominciare a pianificare i playoff di agosto. In mezzo, però, c’è l’ultimo obbiettivo, quella coppa Italia che il collettivo napoletano contenderà proprio alla Fiorentina nella finale del 3 maggio all’Olimpico di Roma. Ma, a più riprese, Rafa Benitez ha lasciato intendere che il futuro del Napoli non può prescindere dall’esito di questo campionato. Dunque, per intenderci, il tecnico spagnolo vuole il secondo posto senza tentennamenti. Arrivare alle spalle della Juve è fondamentale per impostare il mercato estivo.

Il mercato Sia De Laurentiis sia Benitez sono preoccupati, perché non sarà facile ingaggiare giocatori di talento senza poter garantire loro la partecipazione alla prossima Champions. C’è un discorso aperto con Mascherano, che l’allenatore vorrebbe a tutti i costi anche se l’operazione non trova l’entusiasmo del presidente. Potrebbe esserci un ennesimo tentativo per Skrtel, difensore del Liverpool. Ma anche in questo caso tutto dovrebbe essere legato alla possibilità di partecipare alla massima competizione europea. Insomma, se non dovesse andare bene per il secondo posto, il club ha pronti due piani alternativi per la campagna di rafforzamento. Di sicuro senza Champions sarà davvero difficile che il Napoli possa rinforzarsi come vorrebbe Benitez.

Progetti società La questione campionato è molto seria anche per i progetti del club. Tra i più importanti c’è quello legato allo stadio. Al momento, Aurelio De Laurentiis è in attesa di poter firmare la nuova convenzione, mentre dall’amministrazione comunale (proprietaria del San Paolo) aspettano che il Napoli saldi il debito relativo al fitto dell’impianto e alla spartizione degli utili provenienti dalla pubblicità all’interno dello stesso. Dalla società è partito l’ultimatum al comune: o si firma la convenzione oppure il Napoli andrà a giocare a Palermo le gare interne della prossima stagione. La soluzione è ancora lontana.

LA GAZZETTA DELLO SPORT