Usa 2016: Trump, lotta a Isis con controlli estremi su immigrati

donald-trump

Una settimana dopo la presentazione del suo piano economico, Donald Trump ha anticipato la sua road map per sconfiggere il terrorismo. La ricetta del candidato repubblicano alle elezioni presidenziali americane del prossimo novembre passa per “controlli estremi” sugli immigrati, la creazione di nuove alleanze e per “operazioni militari congiunte”, anche con la Russia.

Parlando ieri dall’Ohio, Trump ha spiegato che “è ora” di screening migliori volti a fermare gli estremisti intenzionati a entrare negli Stati Uniti. “Una nuova politica sull’immigrazione è necessaria”, ha detto precisando che gli attacchi che hanno colpito lo scorso giugno Orlando (Florida), lo scorso dicembre San Bernardino (California) e prima ancora, nell’aprile 2013, la maratona di Boston (Massachusetts) hanno “coinvolto immigrati o figli di immigrati”. Secondo il miliardario newyorchese, solo coloro che accetteranno una visione “tollerante” della società americana saranno ammessi nel Paese. “Durante la Guerra Fredda, avevamo test ideologici. E’ tempo e ora che ci siano nuovi test e screening alla luce delle minacce odierne”, ha continuato proponendo di sottoporre a tali prove non solo “tutti i membri o simpatizzanti di gruppi terroristici” ma anche “chiunque abbia atteggiamenti ostili verso il nostro Paese o i suoi principi”.

ASKANEWS