Under 21: Italia-Slovacchia 3-1, ma l’arbitro salva gli Azzurrini

ITA_SLO_UND
Doveva essere una festa e alla fine festa è stata. Ma quanta sofferenza. L’Under 21 di Luigi Di Biagio vola ad Euro 2015 battendo 3-1 la Slovacchia nel ritorno dei playoff tra poche luci e moltissime ombre. Perché il protagonista della gara, inatteso ma decisivo, diventa l’arbitro scozzese Steven McLean, che fischia un rigore generoso agli azzurri (2-0 firmato Belotti), fa giocare la Slovacchia in 10 uomini per un’ora e sul 2-1 Italia, al 27’ della ripresa, prima concede e poi toglie ai nostri avversari un solare calcio di rigore: Bianchetti entra in ritardo su Schranz, l’arbitro indica il dischetto ma dopo una consultazione con il primo assistente Harris torna sui suoi passi e opta per il calcio d’angolo. La Slovacchia perde la testa e chiude in 9. Longo gli infligge a un minuto dal termine il colpo di grazia chiudendo in rete in contropiede su imbeccata di Bernardeschi.
METAMORFOSI — Di Biagio alla vigilia aveva chiesto i gol e i suoi lo hanno subito accontentato. Al 15’ l’Italia è già sopra 2-0 grazie alla prodezza di Bernardeschi al 4’ – splendido lob da fermo all’incrocio dei pali – e al già citato penalty del Gallo. Slovacchia in 10’ dal 35’ per la doppia ammonizione di Duda e strada per la Repubblica Ceca che appare totalmente in discesa. Nella ripresa l’Italia stacca la spina, subisce il 2-1 di Lobotka e si smarrisce nelle sue paure. Da una palla vagante Schranz prende il tempo a Rugani, s’invola verso Bardi prima di essere messo giù da Bianchetti. Il rigore non assegnato chiude di fatto la gara. Andiamo all’Europeo con merito perché ci abbiamo creduto sempre, anche quando sembrava utopia. E lì andremo a caccia del pass per l’Olimpiade di Rio 2016. Ma per quanto successo a Reggio Emilia, ci andremo con l’aiutino. Inutile nasconderlo.
GAZZETTA DELLO SPORT