Udinese-Roma, Spalletti: “Temevo la mazzata post Champions”

Luc Spalletti NORMAN Roma Frosinone

“I ragazzi hanno fatto una partita splendida – ha commentato Spalletti al termine della partita di Udine, ottava vittoria di fila in campionato – soprattutto perché è arrivata dopo l’eliminazione dalla Champions che poteva darci una mazzata psicologica. La psicologia è un aspetto fondamentale nel calcio di oggi: siamo sicuramente dei prescelti e dobbiamo renderci conto di quello che è il nostro lavoro. Dobbiamo analizzare tutte le situazioni in profondità, dobbiamo mettere la testa dentro a quello che facciamo, capire che facciamo qualcosa che è più bello di molte altre. Oggi sono in pace con i miei giocatori, non li criticherò”.

valori aggiunti — In attesa del risultato del Napoli, in chiave secondo posto, la Roma ha ulteriormente rafforzato il terzo, portando a 5 i punti di vantaggio sulla Fiorentina, fermata in casa dal Verona. “Dobbiamo tenere a distanza le squadre dietro – continua Spalletti – e questo lo possiamo fare solo continuando a vincere. Questa partita ha dimostrato che Dzeko non era un problema? No assolutamente. I ragazzi sono tutti dei valori aggiunti. Dzeko lo avrei fatto giocare comunque, altrimenti lo avrei perso. Lui è capace di queste cose e secondo me ne può fare altre. Secondo me gli si ridà la maglia. Se fai un filotto del genere vuol dire che la squadra lavora bene, tutti remano dalla stessa parte. Se mi aspettavo una Roma così bella? Ero curioso di capire da dentro la situazione, perché la squadra vista da fuori sembrava avere molte qualità e infatti i risultati degli ultimi anni con Garcia sono stati ottimi. Bisognava forse cambiare un pochino il modo di vivere questo club: i ragazzi l’hanno fatto con responsabilità e si meritano queste soddisfazioni. ”

La Gazzetta dello Sport