Ucraina, Mogherini: “Venerdì decisione su nuove sanzioni a Mosca”

Federica Mogherini

La decisione sulle nuove sanzioni, previste sabato scorso dai capi di Stato e di governo europei in mancanza di segnali di de-escalation del conflitto in Ucraina, sarà presa venerdiì. Lo ha precisato il ministro degli Esteri Federica Mogherini durante la presentazione al Parlamento europeo delle priorità del semestre italiano di presidenza Ue. “Sabato c’è stata la decisione del Consiglio europeo – ha sintetizzato – ieri si è riunito il Coreper (Comitato degli ambasciatori rappresentanti dei 28), la Commissione presenterà domani la sua proposta e la decisione sarà presa venerdì”. Mogherini ha confermato che si tratterà di nuove misure nei settori finanziario, armi e tecnologie.

“Partenariato Ue-Russia finito per scelta di Mosca”

“I presidenti di solito sono saggi” e le parole del capo di Stato tedesco Joachim Gauck pronunciate ieri a Danzica “sono un’istantanea del momento” e illustrano “quello che dobbiamo fare”: il ministro degli Esteri Federica Mogherini ha osservato che, come sottolineato ieri da Gauck, “non esiste più un partenariato strategico fra Ue e Russia per scelta di Mosca”. Ribadendo che “è nel nostro interesse puntare a creare le condizioni per lavorare a un partenariato strategico”, perché “nessuno dotato di buon senso può sostenere il contrario”, Mogherini ha ricordato l’accordo del Consiglio, sulla necessità di “lavorare a una soluzione politica” perché “non c’è soluzione militare” alla crisi. Ma, ha aggiunto, “occorre garantire che i membri della Nato dell’Europa dell’Est, quelli che hanno una frontiera comune con la Russia, siano sicuri che l’articolo 5 dell’Alleanza non sia lettera morta e che la Nato possa intervenire per garantirne la sicurezza”.  

RAINEWS24