Tris Napoli al Cagliari. Cori e striscione per Ciro Esposito.

ciro tieni duro

A Napoli è stata una festa. Il pubblico azzurro ha salutato con affetto la squadra vincitrice della Coppa Italia e ha anche esposto uno striscione per dare sostegno a Ciro Esposito, il tifoso in condizioni drammatiche ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma dopo il colpo d’arma da fuoco di sabato. Il Napoli ha battuto nettamente il Cagliari, sceso in campo distratto e allegro sul terreno partenopeo. Hanno deciso le reti degli ottimi Mertens (rigore), Pandev e Dzemaili: 3-0 secco, testimone di una vittoria netta che poteva essere anche più ampia. E l’unica nota negativa della felice serata campana è stato il rigore calciato sulla traversa da Hamsik, che continua a non ritrovare il gol perduto.Nel primo tempo è il Napoli a far la partita. Un Cagliari, apparso stanco, appagato e poco incisivo, lascia infatti sempre l’iniziativa agli azzurri, che guidati dalle idee di Hamsik e Mertens, si rendono spesso pericolosi. Silvestri, giovane portiere dei sardi, è bravo su Dzemaili con l’aiuto della traversa. Poi ci pensa una giocata di Goran Pandev a sbloccare il risultato: il macedone va via in area a Conti e Astori che in coppia lo stendono. Dal dischetto va Mertens che realizza la sua nona rete stagionale, festeggiando al meglio il suo 27° gol in campionato. Siamo alla mezz’ora e il Napoli continua a spingere. Il 2-0 arriva prima del finale di tempo: Astori sbaglia un rinvio, Callejon serve Pandev e per il sostituto di Higuain è comodo metter dentro il raddoppio (7° gol in campionato) che chiude il match.Nella ripresa il Cagliari continua a subire l’iniziativa del Napoli. I sardi decidono di complicarsi ulteriormente la partita al 54’: Astori si fa bruciare ancora una volta da Pandev, che salta Silvestri, obbligato a stenderlo. Rosso, rigore e Cagliari in 10. Ci sarebbe la possibilità per Hamsik di trovare finalmente una gioia e uscire dal periodo nero, ma lo slovacco si fa ipnotizzare da Avramov e calcia sulla traversa. Due minuti più tardi ci pensa comunque Dzemaili a chiudere il match, sfruttando una corta respinta del portiere dei sardi. Il 3-0 spegne la partita e in superiorità numerica il Cagliari gestisce tranquillamente il grande vantaggio fino al fischio finale