Trattativa stato-mafia, Napolitano teste e Riina assisterà

GIORGIO NAPOLITANO

La Procura di Palermo non si opporrà alla richiesta dei boss Totò Riina e Leoluca Bagarella, e dell’ex presidente del Senato Nicola Mancino, di assistere all’audizione del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in qualità di teste nell’ambito del processo sulla trattativa Stato mafia in programma il prossimo 28 ottobre al Quirinale.

Secondo quanto riferito da fonti della Procura palermitana, infatti, i pm hanno depositato una memoria alla Corte d’Assise, dando il parere favorevole alla partecipazione degli imputati all’audizione per la quale, al momento, è prevista la sola partecipazione, oltre che del collegio giudicante, dei pm e dei legali. Giovedì è prevista la pronuncia definitiva della Corte d’Assise presieduta dal giudice Alfredo Montalto.

TMNEWS