Tour, Nibali trionfa, lacrime sul podio

NIBALI_TOUR

Ora è ufficiale: Vincenzo Nibali ha vinto il 101° Tour de France. E’ il settimo italiano a scrivere il suo nome sull’albo d’oro della Boucle, dopo Bottecchia, Bartali, Coppi, Nencini, Gimondi e Pantani. Nibali, che nel 2010 ha vinto la Vuelta e lo scorso anno il Giro, entra anche in un club di élite, quelli che hanno vinto tutti i grandi giri assieme ad Anquetil, Gimondi, Merckx, Hinault e Contador.

PASSERELLA — L’ultima e prestigiosa volata, sui Campi Elisi di Parigi, invece è andata a Marcel Kittel che ha battuto Kristoff, Navardauskas e Greipel. Per il gigante biondo della Giant-Shimano è la 4a vittoria di tappa.
LA GIOIA — Nibali sale sul podio in lacrime e legge un discorso con tono visibilmente commosso. Le ultime parole sono in francese, per onorare anche il popolo che l’ha applaudito in queste tre meravigliose settimane: “Merci à tout le monde”. Grazie a tutti. Poi è il momento dell’inno che Nibali si gode in religioso silenzio. Per assaporare ogni attimo. Come la sua famiglia, appunto. Mamma Giovanna stringe forte a sé il mazzo di fiori, papà Salvatore trattiene a stento le lacrime, Rachele invece trattiene a stento la figlioletta che scalpita tra le sue braccia, desiderosa di farsi stringere anche da papà. Devono attendere il cerimoniale: i fiori, le foto insieme agli eroi locali, Pinot e Peraud, sul podio con Vincenzo. Poi finalmente arriva il momento degli abbracci più belli.
GAZZETTA DELLO SPORT