Toro, oggi l’esordio di Amauri

AMAURI_PARMA

L’osservato speciale è già Amauri. Dopo soli due giorni d’allenamento nelle gambe l’ex Parma e Juve è pronto a fare il suo debutto in maglia granata oggi pomeriggio nell’amichevole che il gruppo di Ventura giocherà a Cuneo – stadio Fratelli Paschiero, ore 16 – contro la squadra locale, che gioca in serie D. “Mi è bastato poco per capire cosa vuole il tecnico da me, non vedo l’ora di mettere in pratica i movimenti che mi ha consigliato, anche se naturalmente non sono ancora al massimo della forma”, le parole dell’attaccante che ha bisogno di rodaggio per entrare negli schemi che utilizza “mr libidine”.

La partirà servirà all’italo-brasiliano per spezzare il ghiaccio e a Ventura, che sarà privo oltre che dei tre infortunati Ruben Perez, Basha e Farnerud anche di sei Nazionali, per visionare i componenti della rosa che hanno giocato di meno, tra i quali il più interessante è certamente l’argentino Sanchez Mino.

C’è anche attesa per un giocatore che cerca ancora i primi minuti, nonostante sia arrivato al Toro ad inizio mercato: è Bruno Peres, tesserato solo in extremis a causa del posto da extracomunitario che tardava a liberarsi. Gliel’ha lasciato Vesovic finito al Rijeka. Il brasiliano ex Santos è un terzino destro ma come Darmian potrebbe essere adattato a sinistra: i granata l’hanno pagato 2 milioni e in prospettiva si aspettano molto da lui.

Se in attacco il sorvegliato speciale è Amauri, in difesa è tutto il pacchetto arretrato chiamato a dare risposte, a cominciare dal portiere. Gillet cerca il feeling perduto dopo la lunga squalifica, invece l’ultimo arrivato Castellazzi una possibilità per mettersi in mostra. Occhi puntati anche su Jansson e Gaston Silva: il futuro del Toro. Nonostante le classi di differenza tra le forze in campo, sarà un test che può dare delle risposte in vista della ripresa del campionato che vedrà la squadra impegnata a Marassi contro la Sampdoria.

LA STAMPA