Toro-Milan anticipa la domenica del derby

INZAGHI_MILAN

La sconfitta casalinga rimediata contro il Sassuolo brucia ancora, il Milan cerca l’immediato riscatto nella sfida odierna contro il Torino. Alla vigilia della gara contro i granata, consueta visita a Milanello di Berlusconi, che in questa stagione non ha mai perso l’occasione di incoraggiare la sua squadra. Questa sera all’Olimpico Inzaghi dovrebbe cambiare ancora formazione. «Quando si vince si è tutti fenomeni, quando si perde non lo si è più, ma io non guardo queste cose – afferma il tecnico rossonero Inzaghi – secondo me la squadra c’è, non mi esalto dopo le grandi partite, non mi deprimo dopo una partita come quella col Sassuolo. La sconfitta brucia, ma guardiamo avanti: abbiamo una prova importante contro il Toro, poi ci sarà la Coppa Italia ancora con il Sassuolo, avremo il modo di rifarci».

Confermato il 4-3-3 di partenza, il tecnico riflette sull’impiego di Cerci dal primo minuto, ma l’ex attaccante dell’Atletico Madrid dovrebbe partire dalla panchina. «Abbiamo perso tre partite sui calci d’angolo – puntualizza Inzaghi – bisogna essere attenti in difese e cinici in attacco, e questo è un limite che questa squadra ha avuto anche in passato». L’altro anticipo odierno è la sfida (alle 18) tra Sassuolo e Udinese.

IL TEMPO