Torino d’Europa olè: espugnato San Mames

?????????????????????????????????????????????????????????????????????

Impresa centrata. Il Torino di Giampiero Ventura doma l’Athletic al San Mames al termine di una prestazione superba, coraggiosa, sofferta ma anche intelligente e di grande qualità tecnico-tattica. Tutti bravi, tutti eroi quei granata che escono dal campo, vittoriosi e con la maglietta sudata. Nessuno ha tradito, nessuno ha mollato, tutti sono andati anche oltre le proprie possibilità soprattutto sul piano fisico. E alla fine i 3.000 tifosi presenti all’ex Catedral hanno potuto assaporare, magari con le lacrime agli occhi, quella gioia attesa per oltre 20 anni. Quagliarella, Maxi Lopez, Darmian hanno firmato i gol e sigillato l’impresa. Ma gli altri l’hanno conservata e tenuta in vita per tutta una gara intensa e difficile. Bravo Toro, bravissima crederci da subito e a togliersi l’enorme soddisfazione di andare avanti in Europa League. E oggi, alle 13, a Nyon, tra le sorteggiate per gli ottavi di finale ci sarà anche il Torino. E dopo il San Mames nessun avversario fa più paura.
Il San Mames è un inferno di tifo. Ma il Torino inizia senza scomporsi. Massima concentrazione e tanta grinta. L’Athletic tiene bloccati i tre difensori indietro ma gli altri 7 attaccano all’arma bianca cercando di non dare punti di riferimento ai centrali granata. Il Torino prova a recuperare palloni e a ripartire e al 14’ Quagliarella fa tutto bene, stop al volo e gran diagonale che si perde di poco sulla traversa della porta basca. E’ il prologo del gol che arriva un minuto dopo. Gurpegi perde ingenuamente la palla ne approfitta Vives che entra in area e viene steso dallo stesso difensore del Bilbao. Rigore: sul dischetto va Quagliarella, tira, Herrerin tocca la palla ma non riesce che la stessa finisca in fondo al sacco. Torino in vantaggio al San Mames i tifosi granata prendono coraggio. Il Torino potrebbe raddoppiare , gioca e crea e ancora Quagliarella va a un niente dal gol al 26’. L’Athletic vacilla ma i granata non riescono ad affondare i colpi. E al 44’ i baschi pareggiano. Errore di Molinaro su lancio di Benat che calcola male la traiettoria del pallone e “buca” l’intervento di testa, Iraola stoppa il pallone e infila Padelli. Furiosa reazione del Toro che non ci sta e al 3’ di recupero torna in vantaggio. Vives allarga per Darmian, cross al centro dell’area e testata vincente di Maxi Lopez. E il primo tempo finisce qui. La ripresa vede subito l’Athletic in attacco. Una punizione di Laporte spaventa Padelli. Al 5’ Maxi Lopez sfiora il 3-1: El kadoduri crossa da sinistra palla all’argentino che prima colpisce di palla poi sula ribattuta tira ma il portiere respinge con il piede. Al 7’  palo di Inaki Williams, poi sula ripartenza Maxi Lopez sciupa un’altra occasione. Al 16’ il Bilbao pareggia. Munianin imbuca per Oscar de Marcos che si presenta soltanto davanti a Padelli e nette dentro. Ma il Toro è d’acciaio, magari barcolla ma non molla . E riparte. Al 23’ El Kaddouri pennella da sinistra per l’accorrente Darmian che a volo di destra infila l’esterefatto Herrerin. L’Athletic ora rischia il tutto per tutto, dentro anche Lopez e Susaeta ma il Toro non si impressione e sfida ancora il gol con Martinez, che ha sostituito Maxi Lopez, in contropiede. Clamoroso lo spreco su assist di El Kaddouri. Il finale è di sofferenza relativa, perché i granata sanno giocare, e bene, al pallone. Pioggia, vento, tifo contro: niente e nessuno ha potuto fermare questo Toro capace di espugnare il San Mames. E al 94’ la festa granata può cominciare, anzi, continuare.

TUTTOSPORT