Todt: “Michael combatte”

(FILES) Photo taken on August 15, 2004 shows German Ferrari driver Michael Schumacher jubilate in the pits of the Hungarian Grand Prix in Budapest, Hungary. Seven-time world champion Michael Schumacher confirmed on October 4, 2012 that he will retire for the second time at the end of 2012. AFP PHOTO FERENC ISZA

Sta “ancora combattendo”. Sono le parole dell’ex direttore generale della Ferrari Jean Todt su Michael Schumacher.

Il sette volte campione di F1 non si è più ripreso dall’incidente sugli sci del dicembre 2013, dopo il quale ha trascorso diversi mesi in coma. La famiglia del 48enne si è sempre chiusa nel massimo riserbo e le notizie circolate sulle sue condizioni di salute sono sempre state poche e spesso non confermate.

Todt, ora presidente della World Automobile Federation (Fia), ha speso parole emozionanti su Schumi in occasione della Hall of Fame dedicata alla Formula 1, riferisce l”Express’: “Michael ci manca. Lui è lì, sta ancora combattendo. La sua battaglia continua. Michael è una persona molto speciale, per il mondo dei motori. Lo è per me, è un amico”.

Schumi, la figlia rompe il silenzio

Alla cerimonia erano presenti nove campioni del mondo che con le loro imprese hanno contribuito a scrivere la storia della Formula 1: Sir Jackie Stewart, Mario Andretti, Alain Prost, Nigel Mansell, Damon Hill, Jacques Villeneuve, Fernando Alonso, Sebastian Vettel e Nico Rosberg. In tutto sono 33 i piloti del ‘Circus’, dal primo campione Nino Farina all’ultimo Lewis Hamilton, che hanno avuto l’onore di entrare da subito nella Hall of fame. E tra loro non poteva mancare il sette volte campione del mondo, il più vincente di sempre nella storia della Formula 1.

Sabine Kehm, la sua storica manager, ha aggiunto: “Tutti sappiamo che Michael dovrebbe essere qui e sono certa che gli sarebbe piaciuto esserci, ne sarebbe molto onorato. Ciò che lo ha reso così speciale e vincente è stato l’amore e la passione per questo sport, come per tutti in questa sala”.

 

Adnkronos