Tiro, un oro e un argento per l’Italia

campriani in posizione

Rio de Janeiro – Arrivano altre due medaglie per l’Italia ai Giochi olimpici di Rio. Il toscano Niccolo’ Campriani conquista l’oro nel tiro a segno, specialita’ carabina ad aria compressa dai 10 metri, all’Olympic Shooting Centre. Per Campriani, che ha chiuso i colpi di finale con il punteggio di 206.1, e’ il secondo oro olimpico in carriera.

Il piemontese Giovanni Pellielo è argento nel tiro al piattello. L’azzurro ha perso in finale contro il croato Josip Glasnovic. Si e’ arrivati ai tiri di spareggio – gli shoot off -, dopo il 13 a 13 al termine della serie da 15. L’errore decisivo del tiratore di Vercelli, chiamato Johnny, 46 anni, gia’ vincitore di titoli iridati ed europei, e’ arrivato al quarto tiro di spareggio. Per Pellielo e’ il terzo argento olimpico dopo quelli di Atene 2004 e di Pechino 2008, cui somma il bronzo conquistato a Sidney 2000. Nella prima parte della finale a sei, Pellielo si era piazzato alle spalle di Glasnovic, mentre l’altro azzurro in gara, Massimo Fabbrizi, argento a Londra 2012, non era riuscito ad essere tra i quattro che poi si sono giocati le medaglie. Il bronzo oggi e’ andato al britannico Edward Ling che nel turno finale ha chiuso con 13 piattelli su 15 superando il ceco David Kostelecky che ha chiuso con 9 su 15.

Nel tiro a segno medaglia d’argento per l’ucraino Serhij Kulish e bronzo per il russo Vladimir Maslennikov. Le medaglie di oggi si aggiungono agli ori di Fabio Basile (Judo 66 kg) e Daniele Garozzo (Fioretto), gli argenti di Odette Giuffrida (Judo 52 kg) e il team Tania Cagnotto e Francesca Dallapè (trampolino 3 mt sincro) e i bronzi di Gabriele Detti nei 400 stile libero. Per gli azzuri finora 9 medaglie: 3 d’oro, 3 d’argento e 3 di bronzo.

AGI