Thohir vede Mazzarri e vola su Obi Mikel

Erick Thohir

Un’altra ordinaria maratona di lavoro per Erick Thohir. Una full immersion conclusa con l’incontro a quattro (presenti anche il d.g. Marco Fassone e il d.t. Piero Ausilio) con Walter Mazzarri. Il presidente ieri mattina attorno alle 8 era già in sede, dove aveva in programma diversi meeting con gli istituti bancari da cui passerà il piano di rifinanziamento del club. Al suo fianco durante la giornata sono stati il vicepresidente Angelomario Moratti, lo stesso Fassone e i rappresentanti della Goldman Sachs, la banca d’affari che attraverso le agenzie di rating americane individuate dovrà valutare la bontà del piano finanziario che Thohir ha posto come garanzia per ottenere un prestito (anche ad altre banche) e liberare le garanzie di Massimo Moratti.

Anche le vecchie glorie In Corso Vittorio Emanuele c’erano una decina di dirigenti degli istituti di credito, gli stessi già presenti giovedì sera a San Siro alla cena organizzata in uno Sky Lounge da ET a margine del match contro l’Udinese. A metà mattinata sono arrivati in sede anche Marco Materazzi e Dejan Stankovic, che con Beppe Bergomi e il leader Francesco Toldo daranno lustro a Inter Forever, la squadra di vecchie glorie nerazzurre che disputerà una serie di amichevoli all’estero. Specialmente in paesi strategici a livello di marketing. Anche due campioni del Mondo e due fuoriclasse possono servire alla causa del rifinanziamento, convincendo le banche che il piano di Thohir merita l’apertura di una linea di credito.

Il G4, con vista Obi Mikel Quando gli ospiti verso le 16 hanno lasciato la sede, Thohir ha lavorato per un’altra ora abbondante, prima di raggiungere – sempre con Fassone – Ausilio e Mazzarri per un summit sportivo. Con il tecnico, che prima dell’allenamento mattutino alla squadra aveva preferito sottolineare le cose buone viste con l’Udinese piuttosto che quelle negative, non è stato approfondito il tema dell’eventuale rinnovo, che probabilmente verrà affrontato nel prossimo incontro, previsto già tra sette giorni. Ieri comunque si è parlato della prossima stagione, del ritiro precampionato, di amichevoli e di scouting . Inevitabile anche il tema mercato: pare aver scalato posizioni Obi Mikel, che potrebbe arrivare in prestito dal Chelsea. Il nigeriano non è comunque l’unico centrocampista sotto osservazione, ma l’accelerazione c’è stata, eccome: il blue avrebbe il profilo giusto per diventare il perno davanti alla difesa, anche se non c’è ancora nulla di definitivo.

Oggi CdA e partenza Prima di un impegno già fissato per cena, Thohir ieri si è infine concentrato sulla definizione degli ultimi dettagli in vista del doppio Consiglio d’amministrazione (c’è anche quello di Inter Brand) di questa mattina. Nel pomeriggio il tycoon tornerà a Giacarta via Doha, ma sarà di nuovo a Milano già giovedì prossimo per ulteriori incontri, soprattutto di natura economico-finanziaria. Sperando di assistere a una vittoria, ET sarà in tribuna sabato prossimo nell’anticipo serale di San Siro contro il Bologna. Domenica 6 rientrerà in Indonesia. Altro giro, altra corsa.

LA GAZZETTA DELLO SPORT