Terremoto: Renzi, su tasse battaglia con Ue

renzi1

“Continueremo a battagliare a livello europeo per la questione delle tasse”. Lo ha detto questa sera a L’Aquila il presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi, in citta’ per un incontro istituzionale incentrato soprattutto sulle problematiche connesse al post sisma del 6 aprile 2009. In particolare Bruxelles ha richiesto al settore imprenditoriale del cosiddetto cratere sismico la restituzione di tasse e contributi che lo Stato aveva concesso nel 2011 a quelle attivita’ che avevano subito danni provocati dal terremoto. Ancorche’ lo Stato italiano gia’ dal 1990 abbia sempre provveduto ad ‘indennizzare’ realta’ colpite da calamita’ di vario genere, Bruxelles ha aperto una infrazione nei confronti del nostro Paese poiche’ secondo la Commissione preposta gli aiuti potevano si’ essere concessi ma soltanto dopo aver informato l’Unione europea sull’emanazione della legge di riferimento. “Prendo questo impegno – ha affermato Renzi parlando ad una platea fatta di esponenti politici, sindacali e imprenditoriali – sapendo che e’ una vicenda seria.
Purtroppo sappiamo come e’ andata, sarebbe stato meglio gestirla in modo diverso. Adesso cercheremo di metterci una pezza nelle modalita’ e nelle forze che siamo in grado di utilizzare”.

AGI