Tavecchio: “Il prossimo ct? Mi prendo una pausa di riflessione”

TAVECCHIO_CARLO

Il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, si prende “una pausa di riflessione” prima di scegliere il nome del nuovo ct della Nazionale dopo Antonio Conte, che alla fine degli Europei di quest’estate inizierà una nuova avventura al Chelsea. “Voglio fare una pausa di riflessione, non vogliamo precorrere i tempi”, ha spiegato Tavecchio a margine della conferenza del premio Bearzot, quest’anno assegnato a Claudio Ranieri.

“Abbiamo dalla nostra il tempo, visto che andremo agli Europei. In questo momento posso capire il fermento, ma sono in una pausa di riflessione ponderata prima di trovare una soluzione”. Il numero uno di via Allegri ha anche chiarito che, in merito al divorzio da Conte, “laFigc gli ha fatto un contratto di due anni e sapeva che il contratto scadeva al termine dell’Europeo”.

“Non c’è una comunicazione di Conte, semplicemente non ha rinnovato il contratto e ne abbiamo preso atto -ha evidenziato-. A prescindere dalla considerazione e dal rispetto per Conte, che io confermo, dovevamo costruire un’immagine diversa della Nazionale legata al collettivo e al sacrificio e questo è stato fatto in un percorso che dovrà ancora essere concluso a giugno. Il contratto è stato rispettato, siamo contenti di quello che ha fatto Conte ma dico anche che quando muore un papa se ne fa sempre un altro”.

ADNKRONOS