Super Salah stende i bianconeri

Salah

Una Fiorentina indigesta. Una Juve ben cotta. La semifinale di andata della Coppa Italia si tinge di viola regalando spettacolo ed emozioni: allo Juventus Stadium la squadra di Montella compie l’impresa superando con pieno merito i campioni d’Italia per 2-1. È una seria ipoteca sull’accesso alla finalissima del 7 giugno all’Olimpico di Roma.

Minuto undici. Salah prende la palla nella propria metà campo, supera in velocità Padoin e con un sinistro a incrociare fulmina Storari chiudendo nel migliore dei modi una fuga di settanta metri. Zero a uno. Eppure la Juve era partita bene, pronta a minacciare la porta degli ospiti dopo appena 60 secondi con una conclusione di Vidal meritevole di miglior sorte. Il gol degli ospiti – tuttavia – scuote la Juve e Llorente pareggia il conto dopo appena 12 minuti: cross di Pepe dalla destra, «terzo tempo» del centravanti spagnolo che stacca magnificamente di testa e mette alle spalle di Neto. Uno a uno. Ma la squadra di Montella non perde coraggio: alla mezz’ora Mati Fernandez impegna Storari con un tiro velenoso sotto la traversa. Sugli sviluppi del corner Basanta colpisce il palo. Si fa male Coman, entra Tevez.

In avvio di ripresa un’altra invenzione di Salah innesca Richards che batte col destro trovando la pronta respinta di Storari. Al 54’ Marcos Alonso sfiora il gol con un colpo di testa che supera di poco la traversa. Un minuto dopo, l’ennesimo errore in fase di ripartenza della Juve consente a Salah di conquistare il pallone: l’egiziano entra in area, tira dritto verso Storari e lo infila con un sinistro calibrato. La Juve cerca di rialzare la testa, Neto toglie dall’angolo una girata di tevez, poi si ripete su un tiro cross di Pogba. A venti minuti dal termine la Fiorentina sfiora il terzo gol con un sinistro di Ilicic che sibila accanto al palo.

IL TEMPO