Super Matri: che doppietta!

MATRI_LAZ_UDI

La Lazio si ritrova sotto il diluvio. A risollevarla è bomber Matri, che nel secondo tempo è entrato e ha trascinato la sua squadra alla vittoria per 2-0 contro l’Udinese, grazie a una doppietta in dieci minuti. Il suo ingresso e quello di Felipe Anderson al 56′, anche lui in netta ascesa, hanno cambiato il volto di una squadra fino a quel momento poco spettacolare e produttiva. Non poteva immaginare un debutto migliore il nuovo attaccante biancoceleste.

GIOCA KEITA – Pioli torna a puntare su Marchetti tra i pali e si affida al 4-2-3-1. In attacco sceglie ancora Keita, con Candreva, Mauri e Lulic alle sue spalle. In difesa c’è Hoedt al posto di De Vrijinfortunato. Colantuono lascia Di Natale in panchina. In un Olimpico desolatamente vuoto e sotto il diluvio è difficile giocare. I ritmi sono bassi e occasioni da gol non arrivano. I pericoli dalle parti di Karnezis arrivano solo con qualche conclusione di Candreva, il più attivo dei biancocelesti. Anche per Marchetti, al ritorno dopo l’infortunio alla costola non c’è un grandissimo lavoro da fare. Il campo dell’Olimpico regge a stento il diluvio che si abbatte sulla Capitale e il manto erboso è allagato. L’unica vera occasione del primo tempo capita sui piedi di Candreva al 43′ che vede il suo diagonale uscire di pochissimo su assist di Keita.

MATRI SHOW, DOPPIETTA – A dare una scossa al match sono i cambi azzeccati di Pioli al 56′: Matri e Felipe Anderson dentro, fuori Lulic e Candreva. Keita si sposta a sinistra, Felipe a destra con Mauri a fare il trequartista. Dopo un brivido su tiro di Adnan, la Lazio trova il gol con Matri che sfrutta da bomber vero un assist diFelipe Anderson. Subito dopo il vantaggio la squadra di Pioli si distrae e rischia di subire il pareggio. In porta però c’è un ritrovato Marchetti che salva il risultato con un paio di interventi e poi si arrabbia con i compagni. Al 71′ Colantuono manda in campo Di Natale, ma dopo tre minuti arriva il raddoppio di Matri che sfrutta un errore di Kone e trafigge Karnezis sotto le gambe. La Lazio riparte con tre punti preziosi, che le fanno fare un bel balzo in classifica, a quota sei.

CORRIERE DELLO SPORT