Super Juve, ciao Roma

.

Salutate la Capolista di Tevez e Pogba. Nel senso che se ne va per davvero: stavolta fa sul serio, batte il Verona per 4-0 e porta a più cinque i punti di vantaggio sulla Roma che sabato sera ha pareggiato a Palermo. In più ha vinto lo scontro diretto con i giallorossi. Insomma, la squadra di Massimiliano Allegri chiude il girone d’andata come meglio non avrebbe potuto e, forse, immaginato. E nel prossimo turno i campioni d’Italia affrontano il Chievo allo Stadium mentre la formazione di Garcia corre a Firenze. Potrebbe essere l’occasione per un altro scatto, forse quello stordente e definitivo per gli avversari. E’ vero che manca ancora tutto il girone di ritorno ma è anche vero che cinque lunghezze di vantaggio non sono poche. Dunque: 2-0 al Verona e via, sempre più forte, con uno scatto impressionante.

SOLITA MAGIA Sta diventando una consuetudine applaudire le prodezze di Pogba. Dopo quella di Napoli è arrivata, puntuale quella contro il Verona. Dopo pochi minuti con un tiro preciso da fuori area porta in vantaggio la Juve e, nello stesso tempo, spiana la strada al facile successo finale. E la gente a cantare Pogba non si vende, un coro sempre più di moda allo Stadium, quasi una sigla alla partita. Quattro minuti dopo, esattamente al settimo, ci pensa Carlitos Tevez a chiudere conti e partita prima che ancora questa sia cominciata e a rispondere al connazionale Higuain. La classifica dei marcatori è sempre più avvincente con i due a giocarsi il titolo personale.E l’argentino, nel finale, firma pure il 4-0 raggiungendo quota tredici. Anche lui scappa?

MA QUALI RISERVE Per il resto normale amministrazione. Sul 2-0 dopo sette minuti la Juve controlla  la situazione agevolmente permettendo ad alcuni giocatori poco impiegati in precedenza di mettere minuti nelle gambe e, perché no, migliorare l’aspetto psicologico. E stiamo parlando di Morata e Pereyra che sarebbero titolare in qualsiasi altra squadra ma che in bianconero devono ritagliarsi dello spazio. L’argentino, tra l’altro, si toglie la soddisfazione di realizzare il terzo gol con un grande tiro su passaggio di Chiellini. Lo spagnolo non è andato a rete ma ha comunque disputato un match importante. Buone notizie per Allegri che può contare su di loro per il proseguii della stagione. C’è spazio anche per Padoin, Giovinco e Pepe. Festa per tutti, festa completa. Tra un po’ tornerà la Champions League con l’affascinante sfida contro il Borussia Dortmund dove questa Juve può farcela. Ci deve credere. Se gioca così passa.

DIECI GOL E il Verona? Già, la squadra di Mandorlini tra coppa Italia e campionato ha incassato dieci reti. Tante, troppe, torna a casa con il morale a pezzi e tante nubi nere sul suo futuro tant’è che si sta parlando, sempre con più insistenza, di un cambiamento tecnico. Guidolin al posto di Mandorlini. Pensare che l’attuale tecnico in cinque anni ha fatto grandi cose ma in quest’ultimo periodo la situazione gli sta sfuggendo di mano. Le prossime ore saranno decisive.

TUTTOSPORT