Suor Cristina superstar di The Voice

suor-cristina

Una finalissima di “The Voice” a quattro che al termine di una serata tra cover inediti, duetti, ospiti e un Padre Nostro recitato in sala, ha dichiarato “voce” dell’anno quella di Suor Cristina Scuccia da Comiso, provincia di Ragusa.

Il televoto ha sostenuto la religiosa, divenuta nelle ultime settimane un vero e proprio fenomeno mediatico tanto da finire in prima pagina anche sui giornali all’estero, per tutto il corso della serata con percentuali tali da portarla agilmente fino alla vittoria finale con il 62 per cento di voti, dopo le eliminazioni di Giorgia Pino, Tommaso Pini e Giacomo Voli.

La suora è anche la seconda ragusana ad aggiudicarsi la vittoria di un talent italiano nel giro di pochi giorni, dopo la vittoria di Deborah Iurato sul palco di Amici.

«Suor Cristina – ha detto Piero Pelu’ – in questi mesi è stata brava anche a gestire lo stress per tutto quello che di lei è stato detto». «Il clamore mediatico ha spezzato me – ha invece detto J-Ax a proposito della religiosa e della sua avventura a The Voice – e non oso immaginare cosa possa essere stato per una suora venticinquenne».

La serata finale della competizione è stata anche l’occasione per i concorrenti di presentare il loro brano inedito e Suor Cristina si è presentata in scena con la “danzereccia” “Lungo la riva” scritta per lei da Giovanni Pellino, in arte Neffa. «Ringrazio tutti quelli che mi hanno aiutato in questo periodo difficile» ha detto Suor Cristina prima di salutare recitando il Padre Nostro.

LA STAMPA