Stadio Roma: accordo Marino-Pallotta su opere pubbliche

WCENTER 0SPOAFAAXZ -

E’ stato raggiunto un accordo di massima nell’incontro a New York tra il sindaco di Roma Ignazio Marino e il presidente della AS Roma James Pallotta sugli investimenti per le opere pubbliche legate al nuovo stadio dei giallorossi. Presente anche l’assessore all’Urbanistica Giovanni Caudo. L’accordo riguarda gli interventi su mobilita’ e viabilita’: in particolare sono state accolte le richieste dell’amministrazione capitolina in merito al prolungamento della metro fino a Tor di Valle.
  L’incontro di oggi era strategico in vista del 3 settembre, data in cui l’amministrazione deve mettere per iscritto l’interesse pubblico del progetto in base alla normativa vigente. L’amministrazione ha posto quelle che sono le condizioni fondamentali e adesso l’altra parte dovra’ presentare, entro la fine di agosto, uno studio di fattibilita’ delle opere che non erano incluse nel progetto iniziale. Grazie all’accordo raggiunto quest’oggi a New York sara’ possibile ottenere un aumento di risorse destinate alle opere publiche per migliorare l’area interessata al progetto. In particolare il prolungamento della metro B da Magliana a Tor di Valle, la sistemazione della Roma-Lido e, altra novita’ importante, la realizzazione del ponte pedonale sul Tevere.
  Inoltre sara’ anche realizzato un parco pubblico all’interno dell’area dello stadio. “Missione compiuta, lo stadio della Roma ha tutte le carte in regola per diventare una realta’” ha commentato con soddisfazione il sindaco Ignazio Marino al termine della riunione, stimando una previsione per la sua realizzazione: “Dovrebbe essere completato entro il 2017”.
  “Era’ il nostro obiettivo e penso che l’abbiamo raggiunto”.
  Cosi’ il presidente della Roma James Pallotta al termine della riunione a New York con il sindaco Ignazio Marino e l’assessore Giovanni Caudo per il nuovo stadio giallorosso.”Vogliamo creare il posto migliore al mondo e anche il sindaco capisce che e’ importante per la citta’. Gli architetti hanno fatto un lavoro incredibile e i prossimi due anni e mezzo saranno i piu’ emozionanti della mia vita e cioe’ fino a quando non inaugureremo questo stadio. Totti sara’ il primo a giocare in questo stadio? Certo anche se dovro’ portarlo a spalla. Benatia resta? Non ho capito la domanda, oggi si parla solo dello stadio”.

AGI