Sneijder, contatto Juventus-Galatasaray. E a luglio in porta c’è Neto

SNEIJDER_GALATASARAY

La Juventus si scatena. I bianconeri avranno Neto a luglio, dopo la rottura ufficializzata ieri tra il portiere e la Fiorentina, e viaggiano come un treno sulla pista che conduce a Wesley Sneijder. Ma occhio anche a Rolando per la difesa. Insomma, il gennaio bianconero sta per sbocciare.

IL FRONTE TURCO — Partiamo proprio da Sneijder. La Juventus non ha mai smesso di lavorare sulla pista olandese, rimasto l’unico obiettivo per il ruolo di trequartista: già, perché da Corso Galileo Ferraris fanno sapere in maniera praticamente ufficiale che “Diamanti e Shaqiri non interessano”. Così dopo aver incassato di fatto il gradimento di Snejder (l’intesa economica non sarà un problema), col Galatasaray sono già stati avviati i primi contatti per regalare ad Allegri il trequartista.

IL PORTOGHESE — Per l’immediato c’è anche il difensore Rolando. Il portoghese ha già manifestato in più occasioni la sua volontà, che è quella di lasciare Oporto e riapprodare in A, alla Juve: lo Zenit non gli interessa. I bianconeri hanno offerto 300 mila euro per il prestito e diritto di riscatto intorno ai 4 milioni, il Porto alza la posta e per il momento fa muro proprio perché preferirebbe dirottare il giocatore in Russia.
A LUGLIO NETO — Già detto: Neto non rinnoverà il contratto in scadenza a giugno con la Fiorentina ed anche l’ultima offerta viola (quadriennale da 1,4 milioni a stagione) recapitata prima di Natale è stata respinta al mittente. Salvo colpi di scena che sembrano improbabili, Neto ha già scelto di legarsi in futuro alla Juve, club non proprio alleato dei viola. La Juve nei prossimi mesi, e quindi nei tempi previsti dalle norme federali, troverà e formalizzerà l’accordo con il giocatore. Alla Juve è pronto un quadriennale da 1,9 milioni più bonus, un posto da vice Buffon (Storari a fine stagione andrà via), la possibilità di lottare per lo scudetto e di giocare la Champions.
GAZZETTA DELLO SPORT