Siria: Usa e Russia, accordo su colloqui tra comandi sugli interventi

US President Barack Obama (L) holds a bilateral meeting with Russian President Vladimir Putin during the G8 summit at the Lough Erne resort near Enniskillen in Northern Ireland, on June 17, 2013. The conflict in Syria was set to dominate the G8 summit starting in Northern Ireland on Monday, with Western leaders upping pressure on Russia to back away from its support for President Bashar al-Assad.  AFP PHOTO / JEWEL SAMAD        (Photo credit should read JEWEL SAMAD/AFP/Getty Images)

Stati Uniti e Russia si sono accordate per realizzare il prima possibile una serie di colloqui tra comandi militari riguardo ai bombardamenti che i due paesi stanno effettuando in Siria. E’ quanto emerso dal faccia faccia a New York tra il segretario di Stato Usa, John Kerry e il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov.

L’accordo, ha spiegato lo stesso Lavrov, ha l’obiettivo di “evitare incidenti insensati”. Secondo Kerry, che ha ribadito le “preoccupazioni” degli Usa riguardo agli obiettivi dell’intervento russo in Siria, i contatti potrebbero cominciare anche domani stesso.

“E’ imperativo trovare una soluzione per evitare una escalation al di fuori del controllo di tutti”, ha detto il segretario di Stato Usa, John Kerry, dopo il colloquio con  Lavrov. “Concordiamo sul fatto che abbiamo molto lavoro da fare”, ha aggiunto.

La Repubblica