Siria, Gentiloni: “La transizione politica prevede il superamento del ruolo di Assad”

18/11/2013 Roma, un caffè con... Paolo Gentiloni

Sulla Siria c’è “grande speranza”, da tre settimane vige la tregua che ha consentito di soccorrere 235mila persone sotto assedio. Così il ministro Paolo Gentiloni, a Parigi per il vertice tra i ministri degli esteri di Unione Europea e Stati Uniti, dedicato al processo di pace in Siria, in vista dei colloqui di Ginevra in calendario il 14 marzo. “Da parte del regime di Damasco – sottolinea Gentiloni – non tutti gli impegni sono stati mantenuti” e ci sono ancora “zone sotto assedio”. Ci vuole una prospettiva politica, ha sottolineato il titolare della Farnesina: “Non è possibile immaginare una transizione in Siria e un nuovo contesto pluralistico e pacifico con ancora Assad alla guida”. Gentiloni è intervenuto anche sulla Libia: “ci sono i primi passi verso la stabilizzazione”.

Rai News