Serie A Roma, Spalletti: «Sassuolo? Vittoria meritata anche se abbiamo sofferto»

Luc Spalletti 9 Roma Frosinone

«Abbiamo vinto e questa è la cosa fondamentale. Nel primo tempo siamo stati molto bravi nel possesso della palla e abbiamo interpretato bene le chiusure difensive e le coperture in mezzo al campo: non siamo poi riusciti ad aumentare il vantaggio e abbiamo sofferto anche perché il Sassuolo è una grande squadra allenata da un grande come Di Francesco. La vittoria alla fine è meritata, anche se sofferta». Lo ha detto l’allenatore della Roma, Luciano Spalletti dopo la sfida vinta contro il Sassuolo al Mapei Stadium.

L’AMBIENTE – «Le mie parole della vigilia per spronare l’ambiente? No, la scorsa settimana è stata quella in cui ho potuto allenare di più i giocatori ho detto che tutti devono essere all’altezza, dai ragazzi, dai medici, ma non sono andato contro nessuno».

IL GIOCHINO DI SPALLETTI – «Qualcuno dei giocatori ha azzeccato la formazione con i bigliettini? Ho letto 30 formazioni diverse, hanno scritto quello che farebbero loro, qualcuno ha scritto solo il modulo senza nomi».

KEITA – «Ho rimproverato molto Keita? No, Seydou è il giocatore che ci deve dare equilibrio, doveva chiudere di chiudere dove loro iniziavano l’azione e poi gli chiedevo di farsi dar la palla dalla difesa».

PEROTTI-DZEKO – «Questo Perotti può essere utile per rilanciare Dzeko? Per me non c’è un problema Dzeko, perché è abituato a ricevere più palloni di quelli che sta ricevendo qui, quindi deve migliorare il resto della squadra: dobbiamo sforzarci di capire come servirlo meglio e a quel punto ci darà grandi soddisfazioni».

PARLA EL SHAARAWY – «Ho avuto subito la fiducia da parte del mister e di questo lo ringrazio molto. Io sono venuto per cercare di dare una mano, di dare il mio contributo, oggi penso che abbiamo fatto una grande partita, anche se sofferta, però, l’abbiamo sofferta nel modo giusto, siamo contenti dei tre punti e dobbiamo continuare così». Queste le parole del giallorosso El Shaarawy a Sky Sport, autore del gol del 2-0 al Sassuolo. «Abbiamo fatto due vittorie consecutive, ma non dobbiamo esaltarci troppo – ha proseguito -, ma dobbiamo pensare partita per partita, restare concentrati, cercare di lavorare duro durante la settimana e prepararci per le partite. La Nazionale? È un obiettivo, l’ho detto. Sono contento di essere partito così e devo andare avanti».

Tuttosport