SERIE A: INTER-JUVE 1-2, NERAZZURRI MASOCHISTI

MORATA

L’anticipo pomeridiano della 36.a giornata di Serie A termina con la vittoria della Juve che espugna il Meazza per 2-1 contro un’Interautolesionista.

Inizio di partita avvincente con le squadre molto propositive, la prima occasione è per l’Inter al 2’, che si vede negare il vantaggio da Storari, deviando in corner il tiro dalla lunga di Icardi. Il vantaggio meneghino arriva poco dopo, al 9’, il destro di Brozovic sugli sviluppi di un calcio d’angolo trova la fortuita deviazione di Icardi che insacca l’1-0. La gara continua ad essere aperta con la Juve che non si spaventa, per i bianconeri ci provano Morata e Sturaro, dall’altro lato risponde Palacio. Al 39′ viene annullato un go alla squadra di casa, Shaqiri scaglia la palla verso la porta da 20 metri ed impatta sull’incrocio, rientra in campo e Brozovic la insacca, il gol è invalidato per un fuorigioco dubbio. Al 41’ Matri supera Vidic, il difensore lo atterra in area di rigore, dal dischetto va Marchisio e segna l’1-1 che manda le squadre al riposo.

L’avvio di ripresa è tutto bianconero, ci prova per due volte Morata, prima in seguito ad una galoppata e poi di testa ma senza successo. I ritmi però s’abbassano e la squadra di Mancini cerca il vantaggio al 71’, con Kovacic che cerca e trova D’Ambrosio, la cui finezza sfiora l’incrocio dei pali. All’83’ Morata porta avanti la Juvecon un tiro fiacco che incredibilmente beffa Handanovic 1-2. Subito dopo Storari si supera, parando prima il tiro di Palacio e poi anche il tap-in a botta sicura di Icardi. I nerazzurri spingono e dominano fino alla fine ma non c’è niente da fare, al triplice fischio è la Juventus ad imporsi per 2-1.

Non basta una buona prova all’Inter, che cade in casa contro una Juve piena zeppa di seconde linee, i meneghini pagano a caro prezzo il loro masochismo, i bianconeri colgono invece una vittoria che dà ulteriore coraggio per la finale di Coppa Italia del prossimo 20 maggio.

INTER-JUVENTUS 1-2
Inter (4-3-1-2):
 Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia (44′ st Gnoukouri), Vidic, Juan Jesus; Brozovic (37′ st Podolski), Medel, Kovacic; Shaqiri (26′ st Nagatomo); Icardi, Palacio A disp.: Carrizo, Andreolli, Santon, Di Marco, Felipe, Kuzmanovic, Gnoukouri, Obi, Bonazzoli, Puscas. All.: Mancini
Juventus (4-3-1-2): Storari; Lichtsteiner (10′ st Ogbonna), Barzagli, Bonucci, Padoin; Romulo, Marchisio, Sturaro; Pereyra (33′ st Pogba); Morata, Matri (21′ st Llorente). A disp.: Moedim, De Ceglie, Marrone, Audero, Asamoah, Coman, Pepe. All.: Allegri
Arbitro: Doveri
Marcatori: 9′ Icardi (I), 42′ rig. Marchisio (J), 38′ st Morata (J)
Ammoniti: Ranocchia, Brozovic, Vidic, Kovacic, Juan Jesus (I); Morata, Lichtsteiner (J)
Espulsi: –

Sportitalia