Serie A Fiorentina, Sousa: «Una Roma perfetta»

PAULO_SOUSA

ROMA – “Dopo il ventesimo ci siamo allungati e abbiamo lasciato troppi spazi”. Così Paulo Sousa, ai microfoni di Premium, dopo la sconfitta contro la Roma: “Le partite ravvicinate? Sì è vero, abbiamo giocato alcune partite importanti ad alta intensità. Ho effettuato un po’ di rotazione, ma purtroppo non è andata bene”. Una Roma sempre più lanciata: “Questa Roma continua a crescere ed è sempre più forte”. Ma la Fiorentina non molla la presa: “Noi però siamo lì e vogliamo continuare a lottare per il terzo posto”. Sulle condizioni di Borja Valero: “Ha preso una botta sulla caviglia che stava male, ma forse è solo un problema muscolare. Nelle prossime ore verificheremo le sue condizioni. Comunque cammina e ne sono felice”.

POSSESSO PALLA “Stanchezza mentale? Io credo che la Roma sia entrata in campo con grande rispetto per il nostro gioco. Scelte? A centrocampo sapevamo di essere al limite, Badelj ad esempio veniva da un infortunio, bisognava dosare il minutaggio un po’”. Così Sousa commenta l’andamento dell’incontro: “Poi, dopo le prime azioni loro hanno messo uin campo le loro capacità di possesso palla. Questo gli ha dato fiducia e poi chiaramente le loro due reti ci hanno privato della lucidità mentale”. Sui giallorossi, il tecnico viola aggiunge “Loro senza punti di riferimento? E’ una squadra corta e veloce. E’ migliorata moltissimo nel possesso palla e nel gioco. Quando allunghi la squadra e concedi a certi giocatori di avere delle occasioni, aumenta la loro pericolosità.  Non si possono togliere i meriti a questa Roma e a Spalletti, la gara è stata interpretata alla perfezione sia dal punto di vista tattico che fisico.”. 

CORRIEREDELLOSPORT.IT