Scopre falla di Messenger, Facebook gli toglie lo stage

Facebook uebernimmt Fotodienst Instagram

ARAN KHANNA era pronto. Avrebbe cominciato uno stage presso Facebook da lì a pochi giorni. Poi però ha avuto una pessima idea: rendere nota a tutti una falla di Messenger, la chat legata al social network di Mark Zuckerberg, di cui nessuno era a conoscenza. Nessuno a parte i sistemisti di Facebook.

A Palo Alto infatti la cosa era nota da almeno tre anni: Messenger condivide automaticamente la posizione degli utenti con cui si sta chattando. Aran Khanna, studente di Harvard, se ne è accorto e, prima del previsto inizio del suo stage, ha pubblicato sul proprio blog un’applicazione chiamata Marauder’s Map. Si tratta di un’estensione di Chrome che permette di “seguire” gli amici proprio attraverso la falla di Messenger. E non solo gli amici, anche le persone presenti nella stessa chat di gruppo. Una volta postata la novità su Twitter Marauder’s Map è diventata virale, tanto da arrivare a essere scaricata 85.000 volte in pochi giorni.

Ma la cosa non poteva passare inosservata agli occhi attenti del social network più usato al mondo che ha chiesto al proprio futuro stagista di disattivare immediatamente la app e di non parlare con la stampa. A nulla però è servito il fatto che Aran abbia seguito alla lettera le istruzioni: poco dopo ha ricevuto una telefonata da Facebook che gli rescindeva lo stage. Il motivo? Il post sul suo blog non era adeguato agli “elevati standard etici” della società.

Una settimana dopo il fatto, la società ha rilasciato un update della app di Messenger: “Con questo aggiornamento avete pieno controllo di come e quando condividere le informazioni sulla propria posizione”.

La Repubblica