Sconfitta per la Juventus

Antonello Angelini

Seconda sconfitta in campionato per la Juve e quinta stagionale. La peggiore tra tutte a livello di gioco. A Firenze e Madrid vidi una Juventus davvero bella , a Istanbul nella mezzora nella quale si è giocato a calcio fu superiore al Galatasaray , a Roma in coppa Italia fu brutta , ma non subì nulla dietro a parte il gol . Anzi uno lo segnò anche e valido ,ma l’ arbitro annullò (capita) e la RAI lo nascose (questo non dovrebbe capitare) non facendoci vedere le immagini dal lato e con una moviola casualmente sbagliata come prospettiva. Comunque fu una Juventus solida dietro e zeppa di riserve , fece il possibile e quando entrarono Tevez e altri era troppo tardi. Questa di Napoli invece non è stata all’ altezza nei giocatori migliori a parte Tevez assente. Pirlo, Pogba, Llorente e Vidal davvero irriconoscibili e Osvaldo sinceramente sino ad ora ,mi deve ancora convincere. Il Napoli ha segnato in off-side e con Chiellini che stava rientrando dal cambio maglietta sporca di sangue, ma questo non sminuisce minimamente la bellissima prova del Napoli , né ridimensiona la sconfitta della Juventus. Piuttosto la Juventus è sembrata davvero stanca e questo preoccupa giustamente Conte per il prosieguo. E qui devo fare un mea culpa: io non ritenevo la Roma in grado di vincere tutte queste partite di fila e Conte evidentemente si , ecco perché faceva giocare Tevez e altri in campionato con la viola e non in EL a Torino. Certo non mi aspettavo che la Roma trovasse due avversari morbidi come Chievo e Sassuolo (che differenza con Genoa e Catania incontrate dalla Juve) e una partita fortunosa dal punto di vista arbitrale e degli episodi con il Toro. Alla fine però , i giallorossi sono lì, a potenziali 8 punti e mezzo se vincessero mercoledì con il Parma. Merito del tecnico e dei giocatori che non hanno mai mollato psicologicamente. Giovedì invece giocherà la Juventus in Europa League , ultima delle italiane rimaste , e dovrà cercare un risultato positivo in un campo che è più difficile di quel che si pensi, vista la scarsa forma . Servirà scovare energie residue per tenere la Roma a distanza di sicurezza e tentare di andare avanti in Europa League. Consola il fatto di aver rivisto Marchisio in campo e che Barzagli e Ogbonna saranno disponibili tra una settimana oltre al rientro di Tevez dalla squalifica. Quagliarella in campionato forse sarà arruolabile. Insomma adesso è il momento di attingere ad energie fresche . Sono ottimista , anche perché il mister ci sa davvero fare in campo . Non altrettanto fuori nelle interviste , visto che è caduto ancora una volta in polemiche sterili con Benitez. Lo spagnolo oltretutto non è certo un antipatico, e non credo volesse sminuire il lavoro di Conte. Mister , non cadere più in queste trappole mediatiche, non ne vale la pena.