Sciopero bianco nella metropolitana, Marino: «I macchinisti non vogliono il badge? Inaccettabile»

Disagi stazione metro B Termini (Foto Omniroma)

«Ad oggi risulta che il 40% dei macchinisti si rifiuta di timbrare il cartellino. Questo non intendiamo accettarlo e siamo al lavoro per far tornare quanto prima il servizio alla normalità».

Così il sindaco di Roma Ignazio Marino in un video postato sul suo profilo Facebook. Da alcuni giorni il servizio delle metro A e B della Capitale risulta rallentato con forti disagi per i passeggeri a causa di una sorta di “sciopero bianco” dei macchinisti, già denunciato più volte da Atac.

L’inferno dei pendolari. Intanto oggi è stata un’altra giornata d’inferno per i pendolari. La linea A della metropolitana, alle 18, proprio durante il flusso del rientro dei lavoratori verso casa, era stracolma di persone, ammassate sui vagoni e sulle banchine. I macchinisti, nella tratta fra Ottaviano e Spagna, hanno guidato quasi a passo d’uomo, generando ulteriore malcontento fra i paseggeri, esasperati. Come se non bastasse, confusi tra la folla c’erano diversi borseggiatori, che hanno preso letteralmente d’assalto i pendolari. Così, fra urla, spintoni, liti furibonde, caldo asfissiante, si conclude la giornata lavorativa di un romano. Ammassato su un vagone che assomiglia sempre più a un carro bestiame.

IL MESSAGGERO