Salah fa le visite ma non può ancora allenarsi a Trigoria

SALAH

Salah non può allenarsi con la Roma. Almeno per ora. Il Chelsea ha dato il permesso all’egiziano solo per sostenere le visite mediche con i giallorossi. Oggi ci saranno nuovi contatti con il club inglese per capire se ci sono spiragli per le prossime sedute, in attesa del transfer definitivo, legato alla risoluzione del contenzioso tra i Blues e la Fiorentina, che il 5 agosto si affronteranno in amichevole a Londra e potrebbero cogliere l’occasione per parlarsi. Probabilmente deporranno le armi.

Ieri il direttore generale viola Andrea Rogg ha aperto alla Roma: «Potrebbe essere una soluzione». Altrimenti ci penserà la Fifa, che se dovesse dare ragione al giocatore avrebbe facoltà di annullare il contratto con la Fiorentina e facilitare la firma con i giallorossi. L’egiziano ieri ha svolto i test di rito tra Campus Bio-Medico, Gemelli e Villa Stuart, accompagnato dal medico Del Vescovo. Concluse, e superate, le visite mediche, Salah ha fatto un salto a Trigoria, dove lo aspettava l’autista che l’ha riportato in hotel. Oggi i suoi futuri compagni svolgeranno una doppia seduta, lui dovrà accontentarsi di fare il turista. Ma è solo questione di tempo. La sala stampa del Bernardini, intanto, ha ospitato Szczesny: «È prematuro parlare del futuro. Con De Sanctis la concorrenza sarà fortissima, ma farà crescere entrambi». Poi fa una promessa: «Cercherò di comportarmi bene. Quando si perde io mi arrabbio e sono sicuro che ai tifosi piacciano i giocatori che amano vincere. Soprattutto i derby».

A proposito di big match: Roma-Juventus è stata anticipata alle ore 18 di domenica 30 agosto, su ordine del Viminale (biglietti in vendita a partire dalle 12 di oggi). Stesso orario per il debutto a Verona, spostato a sabato 22.

IL TEMPO