Salah (3 pali e un gol) non basta, Roma-Bologna 1-1

salah_roma

Roma – Il Bologna ferma la Roma. Sorpresa all’Olimpico, dove i rossoblu’ di Donadoni, nonostante le tante assenze, bloccano sull’1-1 De Rossi e compagni, che scivolano a -6 dal Napoli e si fanno rosicchiare due punti dall’Inter, a sua volta sei lunghezze piu’ giu’. Salah, dopo tre legni centrati, su assist di Totti – appena entrato – ha pareggiato in avvio di ripresa il gol di Rossettini al 25′.E’ subito pericoloso Iago Falque, titolare per la prima volta con Spalletti e preferito a Dzeko, Mirante in angolo. Non grandi ritmi ma Salah di testa centra il palo (El Shaarawy segna in fuorigioco), poi Donsah rischia l’autogol su iniziativa di Perotti. Il Bologna si affaccia dalle parti di Szczesny con la punizione di Rizzo, ma fa buona guardia De Rossi. Clamorosa doppia occasione per la Roma al 23′: altro palo per Salah (decisivo Mirante), poi Pjanic scivola sul piu’ bello e il Bologna allora se la cava. Anzi, passa addirittura in vantaggio 120 secondi dopo: sulla punizione di Zuniga, Rossettini anticipa Rudiger e fredda Szczesny, incerto in uscita. La Roma fatica a reagire, prima dell’intervallo un paio di iniziative di El Shaarawy non impensieriscono Mirante.

Spalletti allora si gioca la carta Totti (per Iago), ma e’ sempre Salah il protagonista (sfortunato): splendido sinistro a giro, terzo palo per l’egiziano. Dopo la parata di Szczesny su Floccari, al 50′ la Roma pareggia: Pulgar sbaglia, Totti serve l’assist e Salah, in posizione dubbia, stavolta non sbaglia ed e’ 1-1. Il Bologna non si scompone ma Mirante e’ costretto agli straordinari sulla staffilata di Totti (64′). Dzeko per El Shaarawy, Spalletti si gioca tutte le carte a disposizione ma i felsinei arrivano al tiro con Pulgar (76′). L’accelerazione di Perotti non trova pronto Salah, poi l’egiziano e’ egoista e preferisce il tiro (fuori) all’assist per l’ex Genoa; all’88’ proprio Perotti, su smanacciata di Mirante, spara alto da buona posizione. Ultima chance per Totti che non trova Dzeko: cosi’ la Roma frena, Napoli e Inter ringraziano.

AGI